Affrettarsi per il Fondo Sirio. Scade il bonus

Scritto il alle 08:32 da [email protected]

Il 17 ottobre 2013 scade il termine per poter usufruire del BONUS aggiuntivo dell’1% a carico del datore di lavoro destinato ai dipendenti dei Ministeri ed Agenzie Fiscali che aderiscono al Fondo SIRIO  ed offerto per 12 mesi. Per coloro che aderiranno a partire dal 18 ottobre 2013 e fino al 17 ottobre 2014 il BONUS aggiuntivo a carico del datore di lavoro, offerto anch’esso per 12 mesi, scende allo 0,50%.

Il Fondo di Previdenza Complementare Sirio è il fondo chiuso negoziale di categoria dei dipendenti dei Ministeri, la Presidenza del Consiglio, gli Enti Pubblici non Economici, l’Enac ed il Cnel, dell’Università e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione, Agenzia del Demanio, Agenzie Fiscali, Coni e Federazioni sportive.

Portando a compimento un lungo e non facile percorso iniziato con l’accordo Aran-Sindacati  del 1° ottobre 2007,  finalmente il fondo Sirio è operativo ed impegnato nella spasmodica campagna di adesione, praticamente da solo. Non è affiancato in questa sua azione quasi da nessuno. Sembra  che le fonti istitutive, una volta adempiuto agli obblighi burocratici, se ne siano dimenticato, né parte la promessa campagna promozionale da parte della Presidenza del Consiglio.

D’altra parte il reiterarsi dei blocchi dalla contrattazione nazionale e la politica dei tagli del salario accessorio, inaugurata con Brunetta e portata avanti con sempre maggior zelo dai suoi successori, non favoriscono la  predisposizione all’adesione. E’ di questi giorni l’ulteriore taglio del salario di produttività ai dipendenti Inps di circa 300 euro mensili. Mentre in tutte le sedi Inps sono indette manifestazioni per il mantenimento dei livelli economici, andare a parlare di iscrizione al Fondo Sirio, è quantomeno fuori luogo.

Se poi vi aggiungiamo la situazione politica, mai confusamente così pericolosa per gli interessi dei lavoratori e dei pensionati, il quadro è completo.

 Tuttavia, nonostante questo quadro non confortante, aderire al Fondo Sirio

G. Allegrini, presidente Sirio e R. Tarelli commissario Covip

conviene. Bisogna avere la mente lucida e decidere nonostante tutto, se no il rischio è che il futuro sarà ancora peggio.

Le riforme pensionistiche iniziate dalla legge 335/95 fino all’ultima riforma del 2011, che ha esteso il sistema contributivo a tutti a decorrere dal 2012, hanno nel tempo abbassato il tasso di sostituzione. Quest’indice misura il rapporto fra ultimo stipendio e prima rata di pensione. Se il legislatore con la legge 247/2007, si pone come obiettivo il conseguimento per a tutti  di un tasso di sostituzione minimo del 60%, significa che nella realtà esso sarà molto inferiore, specie per coloro che sono a metà strada del loro percorso lavorativo o quelli (fortunati) che lo iniziano adesso.

La previdenza complementare nasce allo scopo di far mantenere ai pensionati  lo stesso tenore di vita di quando erano in servizio. Questo è lo scopo di Siro, non altro: né fine di lucro, né libidine di potere, né caudatorio delle banche e assicurazioni.

L’art 38 della Costituzione recita:  Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria. Gli inabili ed i minorati hanno diritto all’educazione e all’avviamento professionale. Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato. L’assistenza privata è libera. “

La Costituzione impone l’ adeguatezza delle prestazioni previdenziali, cioè la loro idoneità a garantire una terza età serena.  Sirio, si pone l’ambizioso obiettivo di contribuire a realizzare il principio costituzionale dell’adeguatezza delle pensioni . L’obbiettivo del Fondo è lavorare sodo  per offrire,  con la sua attività una rendita previdenziale aggiuntiva sufficiente a colmare il gap dei tassi di sostituzione e mantenere inalterato il proprio  tenore di vita.

Ancora oggi, a 15 anni di distanza dalla Dini,  la percezione che i lavoratori italiani hanno del loro futuro previdenziale, è molto bassa.  Molti i motivi, soprattutto la diffidenza  soprattutto sotto il profilo  finanziario   del conferimento del Tfr/Tfs.

Questi  preconcetti al momento sembrano sopravanzare rispetto agli aspetti positivi, a cominciare dai benefici fiscali. Dal 2018 comincerà la fase  delle  pensioni basse non integrate da nessuna pensione aggiuntiva. Ci sarà solo la prospettiva  di una vecchiaia triste e povera .

Sirio spera di superare  questi attuali  fattori di impedimento  con un rapporto franco e paritario con tutti i lavoratori di riferimento, sapendo e ricordando come questo Fondo non ha scopo di lucro e tutte le risorse sono destinate  esclusivamente agli aderenti. Nel decidere si deve sempre  tener presente che in Italia esiste un sistema di controllo molto efficace ed una legislazione stringente.

Poiché  il prodotto previdenziale della rendita integrativa, può apparire parecchio complicato, uno dei compiti che Sirio si assume è un’attività di consulenza costante ed oggettiva. Ogni lavoratore avrà sempre  un’attenzione particolare e personale.

Chi aderisce al Fondo ha diritto al contributo aggiuntivo del datore di lavoro, che perde se rimane in regime di Tfr/tfs. E’ già questo è un vantaggio di per sé inoppugnabile ed indiscutibile. Come si dice in alcuni casi, senza se e senza ma, inoltre coloro che aderiranno . Per coloro che aderiranno  fino al 17 ottobre 2014 , hanno diritto ad un ulteriore bonus aggiuntivo dell’1%  a carico del datore di lavoro, bonus che  scende allo 0,50%. per le iscrizioni dal 18 ottobre 2013 al 17 ottobre 2014, anch’esso erogato per 12 mesi.

Camillo Linguella

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
1 commento Commenta

Articoli dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il passaggio da “economia di Frontiera” a “paese emergente” rappresenta un importante upgr
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in lieve rialzo, per poi invertire direzione. In ogni caso la
Ben risvegliati! Si, perché ieri il neo ministro dell’Economia, Giovanni Tria se n’è uscit
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ci vuole davvero una sana dose di autocontrollo da parte mia in questa immensa crisi antropologi
Ftse Mib: apre in gap up l'indicie italiano che riprende di mira i 22.500 punti, primo livello di re