Archivi del mese: febbraio 2014

Scritto il alle 09:28 da [email protected]

Continua il silenzio del governo sulle pensioni e ciò preoccupa non poco. Le risorse per finanziare i progetti del presidente del consiglio imporranno nuovi tagli e la Ragioneria Generale già fa i conti. Perfino Damiano dimentica la previdenza complementare. Come … Continua a leggere




Scritto il alle 09:58 da [email protected]

Nel suo discorso programmatico alle Camere il neo presidente del Consiglio ha cercato di dare il meglio di sé imbastendo un programma che, è stato calcolato, necessita di circa 100 miliardi di euro per la sua attuazione, una cifra mostruosa … Continua a leggere




Scritto il alle 09:05 da [email protected]

Con la nascita dei Fondi pensione Perseo e Sirio, andati ad aggiungersi al Fondo per la Scuola, Espero, si era convinti che a tutti i dipendenti pubblici fosse stata offerta la possibilità di costruirsi una pensione aggiuntiva, ma non è … Continua a leggere




Scritto il alle 09:03 da [email protected]

12.021 milioni  di euro il disavanzo finanziario di competenza (+852 milioni alle previsioni 2013),  la spesa per prestazioni pensionistiche è risultata pari a 269.464 milioni (+3.472 milioni). I dati si riferiscono al 30 settembre 2013. Il Consiglio di Indirizzo e … Continua a leggere




Scritto il alle 08:26 da [email protected]

Le pensioni non sono comprese fra le priorità del nuovo governo. Forse è un segnale positivo perché non costituiscono più un’emergenza. Ma sicuramente gli importi mensili non saranno aumentati. Ognuno  deve pensare da solo a costruirsi una pensione adeguata. La … Continua a leggere




Scritto il alle 08:43 da [email protected]

Nominato all’ultimo minuto del governo Letta, il commissario dell’Inps Vittorio Conti,  ha un duro lavoro davanti a sè. Chi si aspettava  il varo contestuale della governance dell’ente  è rimasto deluso. Ora tutti gli scenari sono possibili. Con la nomina di … Continua a leggere




Scritto il alle 08:40 da [email protected]

Le adesioni ristagnano perché lo strumento complementare non convince del tutto, e non solo in Italia, ma anche in diverse parti del mondo. Ovunque si cercano vie per il rilancio. nel Regno Unito è in vigore dal 2012 l’iscrizione automatica, … Continua a leggere




Scritto il alle 08:58 da [email protected]

In concomitanza con le dimissioni del suo presidente, l’Inps non prevede rose e fiori nel bilancio di quest’anno, almeno nella prima stesura. Infatti nel  2014 il risultato di esercizio  si presenta negativo per 11.997 milioni di euro, un dato che … Continua a leggere




Scritto il alle 09:02 da [email protected]

L’obbligo del passaggio dalla buonuscita al Tfr e il suo versamento alla previdenza complementare forse è una delle cause principali  del mancato decollo dei fondi pensione pubblici. Un’ipotesi suggestiva è la possibilità di  aderire mantenendo il Tfs con possibilità di … Continua a leggere




Scritto il alle 08:22 da [email protected]

Mastrapasqua alla fine si è dimesso. Mentre scatta il toto-successione non ci si dimentichi di fare, oltre le regole di incompatibilità, una governance efficace e attribuzione di poteri ben definiti. Ora che il presidente dell’Inps si è dimesso come avevo … Continua a leggere




Articoli dal Network
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi
Ftse Mib: il Ftse Mib apre debole oggi e si mantiene ancora sul supporto statico dei 22.500 punti. N
Alla fine avevano ragione loro, Galbraith e Friedman le banche centrali servono a poco o a nulla