L’Inps a favore di chi non usa il web

Scritto il alle 08:36 da [email protected]

L’Istituto di previdenza  ha varato una serie di disposizioni operative per venire incontro a chi non ha dimestichezza con gli strumenti digitali.

L’Inps contro il digital divide. E che sarà mai! Dovrebbero essere quegli aiuti predisposti in favore di coloro che hanno poca dimestichezza con l’uso del web. In questo caso si tratta di una cosa positiva.
Dopo aver scaricato sui Patronati tutte le attività di front office, cioè il ricevimento dei cittadini allo sportello, l’Inps ritorna a svolgere uno dei suoi ruoli istituzionali che non è solo quello della caccia ai falsi invalidi, dove spesso, per colpire un furbacchione, si colpiscono molti invalidi veri.
Le difficoltà, facilmente prevedibili nel processo di telematizzazione della presentazione di tutte le domande di prestazione e di servizio, avviato dall’Istituto ad agosto 2011 e poi esteso anche all’ex Inpdap ed ex  Enpals, ha convinto i vertici dell’Inps sulla necessità di essere presenti in prima persona. Forse si sono accorti che gli “smanettoni” del web sono quei giovani che poco ricorrono all’ente di previdenza, mentre chi ne ha necessità è una popolazione anziana che si trova anche a dover combattere con procedure spesso complicate. Nella circolare n. 61 del 14/05/2014, relativa al “supporto all’utenza debole nella presentazione delle domande telematiche di prestazione/servizio”, l’Inps prende atto dell’esigenza di una presenza “sicurizzante” (?) del funzionario INPS, in un contesto che garantisca accoglienza e tutoraggio”. Cioè praticamente si è reso conto della necessità che i cittadini vengano ricevuti da un funzionario che li tranquillizzi e li assiste nello svolgimento della domanda (tutoraggio).

Per consentire a tutti di accedere ai servizi, con particolare riferimento a quei soggetti che poco ne capiscono di internet e dell’uso del Pc in genere, già con la circolare n. 113 del 30 agosto 2011  previde  un aumento dell’area di front office con un numero adeguato di postazioni informatiche self service.

Così, gli utenti in possesso di PIN possono direttamente procedere alla presentazione on line delle domande di servizio oppure effettuare tutte quelle operazioni per le quali risultano abilitati.

Per rimuovere tutti gli ostacoli connessi al digital divide  ( pron. digitol divaid = difficoltà di utilizzo del web) che ancora colpisce le fasce più deboli della popolazione è fondamentale che ogni qualvolta l’utenza ha delle difficoltà per l’accesso ai servizi dell’Istituto e, in particolare, alla presentazione on line delle domande, tale difficoltà deve essere affrontata e risolta in tempo reale.

Per consentire l’effettivo utilizzo di tali postazioni anche a quegli utenti, dotati di PIN, ma non in grado di interagire autonomamente con gli strumenti informatici, è indispensabile che il responsabile URP, coadiuvato dal restante personale assegnato all’Ufficio relazioni con il pubblico, nonché dai funzionari informatici dei Gruppi di assistenza informatica interna ed esterna, si faccia concretamente carico della necessità dell’utenza, aiutandola nella utilizzazione delle postazioni self service per la presentazione telematica delle domande  e per la fruizione dei servizi esistenti nel cassetto previdenziale, svolgendo anche l’eventualmente necessaria azione di assistenza tecnica.

In tale circostanza di può procedere anche al rilascio immediato del Pin dispositivo.
In alternativa si può procedere alla prenotazione della presentazione della domanda telematica presso lo stesso sportello veloce attraverso il Contact Center Multicanale.
In questo modo si spera che venga messa fine al calvario di quei poveri aspiranti pensionati o richiedenti del Cud o quant’altro di girare come anime in pena da un un ufficio ed un patronati. Perché quest’ultimi pur svolgendo una molte enorme di lavoro e sollevando il Superinps da un sacco di incombeze, non sempre riescono a venir a capo a tutte le questioni che vengono poste.
Camillo Linguella

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Riprendiamo dall’analisi del Futures Dax sul lungo periodo che, contrariamente al nostro Futures,
Lo so che non interessa più a nessuno, come abbiamo riportato nel fine settimana, il mercato am
FTSE MIB: l'indice italiano ha aperto le contrattazioni in positivo rispetto alla chiusura della v
Ho deciso di scrivere questo report perché osservo commenti a report sui mercati che sono a mio avv
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La forte pressione speculativa che ha dominato nelle ultime settimane sembra in via di esaurimento
La piena occupazione, il migliore dei mondi possibili, non si trova più un solo disoccupato, in
Come al solito vediamo velocemente la situazione del nostro indice Biotech: come vedete qui sotto
In questo inizio 2018, un altro grande protagonista del mercato è stato l’oro nero, ovvero il