VVUU: adesione a Perseo Sirio anche con le multe

Scritto il alle 08:55 da [email protected]

 

Manifestazione dei Vigili a Roma - marzo 2015

Manifestazione dei Vigili a Roma – marzo 2015

I proventi delle multe sono contribuzione sono da considerarsi “contribuzione aggiuntiva” per cui ci si può aderire al fondo pensione complementare per i pubblici dipendenti versandoli come tale.

Finalmente sembra aver trovato soluzione la questione della previdenza complementare dei vigili urbani finanziata con i proventi delle multe. L’art 208 del Codice della Strada (decreto legisl. 30 aprile 1992 n. 285) è stato emanato anteriormente a quello istitutivo della previdenza complementare (Dlgsvo 124/93).Esso prevede che una quota dei proventi derivanti dalle multe possono essere destinate in favore di forme di previdenza ed assistenza dei vigili urbani e della polizia provinciale Le successive modifiche ed integrazioni , dal decreto legislativo del 1993 n. 360 alla legge 19 ott. 1998 n. 366, non hanno più toccato il problema, pur in presenza di una nuova disciplina complessiva della previdenza complementare.
Di conseguenza in molti Comuni  e Amministrazioni Provinciali, sono stati stipulati accordi con i sindacati che in qualche modo hanno dato attuazione alla legge predisponendo l’adesione a Fondi Aperti o ai Pip.
Diventato operativo il Fondo pensione negoziale Perseo Sirio che ha come destinatari, fra l’altro, i dipendenti degli enti locali,sembrava che i vigili urbani potessero aderire al Fondo Perseo Sirio unicamente alla stessa stregua degli altri dipendenti,cioè versando la quota maturanda del Tfr ed il contributo sulla retribuzione stipendiale pari all’1% di quella utile per il calcolo del tfr, senza poter includere i proventi delle multe perchè nessuna norma o accordo lo prevede.
Da qui il verificarsi di situazioni nelle quali un vigile possa essere iscritto sia a Perseo Sirio che ad un’altra forma previdenziale oppure solo al un’altra forma previdenziale ma non a Perseo Sirio.
Interpellata in proposito la Covip, l’Autorità di Vigilanza si è rivolta al Dipartimento della Funzione Pubblica.
La Funzione Pubblica ha chiarito  con una nota del 9/7/2013 che l’istituzione di forme di previdenza complementare per i dipendenti pubblici  che hanno il contratto collettivo di lavoro, spetta esclusivamente alla contrattazione nazionale, che stabilisce anche le materie su cui può intervenire la contrattazione integrativa.
Poiché i contrati nazionali dei dipendenti statali e comunali sono bloccati dal 2009, la questione al momento non è disciplinabile. In attesa che i contratti si sblocchino,

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ritiene ammissibile che gli enti possano quantificare gli importi da versare alla previdenza e all’assistenza e procedere all’iscrizione ai Fondi  Aperti o Pip. ma anche a Perseo Sirio, considerando i proventi delle multe come contribuzione aggiuntiva .
La Covip nel 2014 ha precisato che sono considerate valide anche le adesioni su basi collettive già effettuate in base ad accordi stipulati nel passato data la pregressa incertezza interpretativa, facendo salvi leadesioni ai Fondi aperti.
In questo scenario vengono di fatto stabilizzati due percorsi, da una parte l’adesione ad una forma aperta o pip e dal’altra quella al Fondo Perseo.
Nel primo caso si tratta di una adesione alla stessa stregua di un qualsiasi privato cittadino che  aderisce ad un Pip alimentando il suo conto unicamente con i proventi delle multe e le sue eventuali ulteriori contribuzioni che volesse versare e dei rendimenti finanziari. In questo caso però non ha titolo al versamento del contributo dell’1% a carico dell’Amministrazione Comunale o Provinciale e non può conferire il Tfr.
Nel secondo caso si aderisce al Fondo Perseo Sirio come un qualsiasi dipendente pubblico versando il Tfr maturando, e la contribuzione dell’1% dello stipendio, la contribuzione dell’1% dello stipendio a carico dell’Amministrazione, nonchè la contribuzione derivante dalle multe. In tal caso oltre al modulo ordinario di adesione a Perseo Sirio, dovrà essere compilato anche l’apposito modulo ex art 208 scaricabile dal sito web del fondo.
Rimane da definire la possibilità di riscatto o trasferimento da un fondo già esistente ed il fondo Perseo. Ma per questo c’è tempo.
Camillo Linguella

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
VVUU: adesione a Perseo Sirio anche con le multe, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: dopo la seduta di ieri di forte incertezza chiusa in spinning top, oggi l'indice cerca di
  Tra i vari indici che si possono trovare sul mercato, ce n’è uno che da sempre segu
Tanto tuono che non piovve, alla fine il Governo May decide di subire gli ultimatum europei, dec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
OPEC: taglio imminente a sostegno delle quotazioni. Ma anche le scadenze dei future lasciano qualc
Alla fine arriva anche il giudizio di un ente apparentemente super partes, ovvero il FMI. Andand
Avvio complicato per il Ftse Mib. L’indice di Piazza Affari affonda sotto quota 19.000 con calo di
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Lasciamo da parte la questione italica e la presentazione a Bruxelles del documento programmatic