Legge di stabilità 2016: Parziale dietrofront sulle pensioni

Scritto il alle 08:41 da [email protected]

Nel disegno di legge di stabilità2016 rispuntano alcune misure ineludibili sulle pensioni, come la settima salvaguardia, l’opzione donna e un contentino sulla paraflessibilità
Il governo smentisce se stesso concedendo qualcosa sulle pensioni. Poca cosa. Iintendiamoci, erano delle misure ineludibili perché lasciavano appese due questioni non rinviabili. Dopo aver solennemente annunciato ai pulpiti della tivù e della radio che sulle pensioni avrebbe dato una risposta organica su tutte le questioni sul tappeto, è stato costretto dalle reazioni della gente più che quelle dei sindacati, a fare un dietrofront non preventivabile. Fortunatamente in questo caso, perché gli ultimi governi ci hanno abituato che dicevano una cosa e ne facevano un’altra. Tranne il governo Monti che viene quotidianamente e giustamente esecrato.
Le novità in materia di pensioni riguardano gli ultimi esodati e l’anticipo pensionistico per le donne. Fra l’altro, giusto per ricordare una buona notizia che rendeva urgente la flessibilità in uscita,  le donne del settore privato dall’anno prossimo invece di poter andare in pensione a 63 anni e 3 mesi, ci andranno a 65 e 7. Due anni e passa in più.. Per gli esodati si provvederà utilizzando le economie fatte sulle precedenti salvaguardie (1,3 miliardi) a favore di circa 24 mila esodati (contro i 50 mila sinora stimati). Per le donne viene prorogata l’Opzione donna, per consentire l’uscita anticipata alle lavoratrici. Le lavoratrici che maturano i 57 anni di età (58 le autonome) e 35 di contributi entro il 31 dicembre 2015 potranno continuare ad esercitare l’opzione donna ed andare in pensione sempre con il ricalcolo contributivo dell’assegno sino a fine anno
Nell’infinita attesa di regolamentare la flessibilità in uscita, arriva una specie di incentivo per il part-time degli over 63 con un finanziamento di 100 milioni. Questa misura  è già prevista fin dal 1984su base collettiva mediante accordi imprese-sindacati con onere a carico delle imprese. Da oggi si potrà avere il part time pensionistico al 40/60% sulla base di accordi individuali, col datore di lavoro che versa in busta paga i contributi netti che normalmente avrebbe versato all’Inps. Il lavoratore avrà in cambio contributi figurativi e quando uscirà del tutto dal mondo del lavoro non vedrà intaccata la sua pensione.Ora quest’onere passa allo Stato. Oltre a questa misura, sempre per gli over 63, dovrebbe essere prevista anche l’adozione di contratti di solidarietà espansivi. Il contratto di solidarietà è un ammortizzatore sociale in cui il rapporto di lavoro non viene totalmente sospeso ma è oggetto di una rimodulazione dell’orario. Le ore non lavorate sono coperte da un’integrazione al reddito da parte dell’INPS per le quote di retribuzione.

La diminuzione dell’orario di lavoro prevista dai contratti di solidarietà, stipulati tra l’azienda e le rappresentanze sindacali, può avere un diverso fine: mantenere l’occupazione in caso di crisi aziendale e quindi evitare la riduzione del personale (contratti di solidarietà difensivi); oppure, favorire nuove assunzioni attraverso una contestuale e programmata riduzione dell’orario di lavoro e della retribuzione (contratti di solidarietà espansivi).
Questa agevolazione non ha mai avuto una grande affermazione e si tratta del classico pannicello caldo per ovviare alla mancata introduzione di norme strutturali sulla flessibilità.
Nella manovra c’è anche un intervento per estendere la no tax area per i pensionati a tutela del reddito da pensione.
Non c’è nulla per la previdenza complementare che l’anno scorso assieme al Tfr fu oggetto di pesanti attacchi. Per il suo rilancio tutto dovrà essere definito con il disegno di legge sulla concorrenza che ha già superato il vaglio della Camera ed ora attende quello del Senato.
Camillo Linguella

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Il mese di Agosto 2018 ha purtroppo lasciato il segno, sui mercati ma sopratutto sulla città di
Non è passato neanche un mese dalla sua ultima uscita e Donald ha già cambiato idea, bandiere
Basterebbe solo qualche immagine per sottolineare come questa era l'ennesima tragedia annunciata
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
  Atlantia (ex Autostrade SpA) rappresenta per il mercato azionario italiano, la classic
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati, faccio un veloce aggiornamento sulla situazione
Mentre scrivo questo articolo, il mercato delle criptovalute sta passando un momento di profondo
Il grande protagonista (oltre alla Lira Turca) è sicuramente il Dollaro USA che si dimostra val
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )