Investire in cohousing

Scritto il alle 07:50 da [email protected]

Residenze per anziani ad AmsterdamFra qualche anno mancheranno le abitazioni pensate esclusivamente per i single e per i pensionati. Lo Stato non ha, al momento fatta nesuna previsione in proposito. Ma nel periodo in cui i tassi di rendimento sono negativi, ieri ad es. sono stati sottoscritti bond pubblici a tre anni con interesse -0.50, i Fondio sono alla ricerca di nuove forme di investimento. Il tema della residenzialità per gli anziani, è stato oggetto di uno specifico convegno lo scorso febbraio a Roma con la successiva pubblicazione di un    ” Primo Quaderno di approfondimento” a cura della Dot.ssa Laura Crescenini coordinatrice Tecnica Assoprevidenza e del Dr. Edoardo Zaccardi del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali.
E’ palese che lo stanziamento di specifiche risorse necessarie per la costruzione di abitazioni adatte ai bisogni della popolazione anziana rappresenta un problema di non facile soluzione. Poiché gli apporti dello Stato sono o assenti o carenti in questo specifico segmento di welfare, i fondi pensione possono svolgere un ruolo importante, sia in relazione alle sue caratteristiche di lungo periodo sia con riferimento alla “funzione sociale”.
Il significativo invecchiamento della popolazione e la bassa natalità che ormai da tanti anni affligge l’Italia, hanno di fatto creato le premesse per un nuovo corso delle politiche di aiuto alle persone.
Il problema non è solo italiano: in tutto il mondo, secondo il Global Age Watch Index 2015, gli ultra sessantenni passeranno da 901 milioni del 2015 a 1,4 miliardi nel 2030.
Sarà determinante in futuro il nuovo assetto delle famiglie con coppie senza figli o con un solo figlio o single per scelta giovanile o perché rimasti soli dopo periodi di convivenza o matrimonio. La domanda di cure a lungo termine, possibilmente prestate da personale qualificato, è destinata a soppiantare l’assistenza che un tempo era offerta all’interno della famiglia patriarcale e ora dalle badanti.
Nel 2013 le persone con più di 80 anni in Europa erano 26 milioni che diventeranno 57 milioni nel 2050, mentre gli over 90 passeranno dai 4 milioni del 2013 ai 13 milioni nel 2050. In Italia, invece, si prevede che nel 2050 gli ultraottantenni saranno circa 4 milioni, mentre gli ultra novantenni triplicheranno il loro numero rispetto al 2013.
Un vero esercito che avrà bisogno di assistenza variamente articolata, da quella leggera, pulire casa, fare la spesa, fare compagnia, a cure terapeutiche vere e proprie ( fisioterapia, medicazioni, iniezioni ecc).
Il patrimonio delle attuali RSA ( Residenza Sanitaria Assistita) e le RAF (Residenza Assistenziale Flessibile) dovrà essere incrementato di 80.000 posti letto circa già nei prossimi 20/30 anni. Le persone autosufficienti, in buone o discrete condizioni di salute, che non ha bisogno di strutture di residenza permanenti e può essere aiutata a rimanere nella propria abitazione, magari in coabitazione con altre persone anziane.
Gli anziani che vivono da soli nel nostro Paese, secondo l’Istat sono 3,5 milioni e il 46% di loro ha una pensione inferiore ai 1.000 euro al mese.
Si deve favorire la permanenza degli anziani a risiedere nel proprio abitat insieme agli altri, ma non in ospizio, quelli che in effetti sono le Rsa ed anche le case albergo, tipo quelle gestite dall’Inps anche se moderne ed avanzate come gestione ed impostazione. Bisogna far vivere le persone insieme ma nelle loro case. Con il termine cohousing si fa riferimento ad esperienze abitative condivise che coinvolgono più nuclei familiari, dove singoli, coppie di giovani o anziani vivono in complessi residenziali composti da appartamenti privati e ampi spazi destinati all’uso comune (sale riunioni, cucine, lavanderie, laboratori, spazi gioco, asili nido, palestre, biblioteche e altri servizi). il Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA), un fondo di fondi le cui quote sono state sottoscritte da Cassa Depositi e Prestiti, gruppi bancari e assicurativi, Casse di assistenza e previdenza professionale privatizzate e altri investitori qualificati, che opererà su tutto il territorio nazionale, acquisendo quote significative, ancorché di minoranza, di fondi immobiliari di social housing operanti in ambito locale. Questa può essere un’opportunità anche per i fondi pensione perché la scarsità delle risorse richiede nuovi apporti e i fondi hanno bisogno di nuove tipologie di investimento. Occorre preliminarmente stabilire tuttavia se per questo tipo di allocazione sia poi riconosciuto il credito di imposta con l’abbattimento di 9 punti percentuali dell’aliquota sui rendimenti. In pratica riportandola al livello ante 2015.
Il cohousing non solo è un modo nuovo di abitare, ma è un modo per uscire dall’isolamento.

Così i fondi pensione e le casse di previdenza dei liberi professionisti potranno svolgere un ruolo sempre più significativo con la possibilità di realizzare investimenti di lungo periodo con tassi di rendimento interessanti ed avere l’opportunità, anche sfruttando le sinergie con i fondi/casse sanitarie, di offrire ai propri iscritti prestazioni assistenziali di qualità a costi accettabili, anche in virtù della possibilità di intervenire in maniera attiva nelle decisioni relative alla gestione delle strutture.
La normativa è spezzo farraginosa e frammentata, occorre muoversi anche in questa direzione per definire un quadro normativo e operativo con facilitazioni varie per gli utenti e per gli investitori.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: , , ,   |
1 commento Commenta
lorepi
Scritto il 16 marzo 2016 at 08:18

Noi abbiamo creato una Società con l’ obiettivo di proporre soluzioni a quanto di giusto viene riportato nell’ articolo http://www.multigi.it

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Goldman Sachs lancia tre nuove emissioni obbligazionarie denominate rispettivamente in Lira Turca (T
Negli ultimi giorni siamo ci siamo un po’ dimenticati che il buon Donald Trump ha deciso di me
Il Ftse Mib riparte nella sua missione di sfondamento della resistenza in area 24.000 punti iniziand
Definire bitcoin non è una cosa semplice. Sulla prima criptovaluta concepita sono state spese m
Analisi Tecnica Il nostrano esce dalla parte alta del trading range ponendo il target in area 242
Stoxx Giornaliero Buonasera, tutto invariato sullo Stoxx. Si aggiunge un’altra settimana
La notizia del giorno è l'ennesimo attacco dei bond vigilantes alla famigerata linea Maginot, c
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul Dow Jones.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )