Si definisce meglio l’operazione RITA

Scritto il alle 09:31 da [email protected]
L'Ape Rita

L’Ape Rita

Sulle pensioni stiamo asssistendo ad un florilegio di dichiarazioni, annunci, prese di posizioni che lasciano ben sperare che alla fine qual cosina verrà fatta. Anche ieri sera a “Porta a porta” la trasmissione principe degli annunci dei leader di governo, come non dimenticare il famoso contratto con gli Italiani, mai onorato, firmato proprio in una puntata della trasmissione di Bruno Vespa.
Il nodo centrale rimane la flessibilità in uscita, cioè la pensione anticipata. Su quello il governo ha deciso che se vogliono i lavoratori italiani possono lasciare il lavoro anche tre anni prima e l’ammontare dell’importo pensionistico spettante se lo fanno prestare dalle banche, da restituire tanto al mese per una ventina d’anni. In sintesi questa è l’APE , anticipo pensionistico.
Ora il governo pensa di integrare questa proposta rivolgendosi a quei pochi che hanno avuto la preveggenza di iscriversi ad una forma di previdenza complementare. Affiancando all’Ape, Rita che sta per Rendita integrativa temporanea anticipata.

. La Rita consentirà di percepire la rendita in anticipo rispetto alla pensione obbligatoria ai lavoratori con 63 anni di età e almeno 20 di contributi che sono senza contratto al momento della richiesta, beneficiando di una tassazione agevolata e che oscilla tra il 15 e il 9%, già prevista dalla 252/2005, la legge sulla complementare, ma che non vale per i pubblici dipendenti,  soggetti  pertanto a tassazione ordinaria. Quindi il governo pensa ad prestazione pensionistica complementare associata alla pensione di base per rimpinguare l’assegno, compatibile e cumulabile con nuovi redditi di lavoro. Ora se uno pensa di continuare a lavorare non si capisce perché dovrebbe infilarsi in  questo meccanismo para infernale.
Sfefano Patriarca, un collaboratore di Nannicini, l’ideologo dell’Ape, intervenendo ad un evento di Itinerari previdenziali tenuto ieri a Milano ha dichiarato che poiché “Non è possibile ridurre l’età pensionabile, ma è possibile intervenire con il sostegno privato» continuando «Per rilanciare la previdenza integrativa – ha poi aggiunto – una delle idee è di trovare degli spazi nuovi, attraverso strumenti come Rita, che consente di far scegliere, a chi ha una previdenza integrativa, di non aspettare la pensione pubblica per avere una rendita, ma di avere una sorta di reddito ponte, prima di arrivare alla pensione, che consenta alle persone di uscire prima dal lavoro». Questa innovazione è già prevista per i dipendenti statali che possono chiedere la pensione complementare 10 anni prima del limite di età Fornero se hanno almeno 15 anni di iscrizione al Fondo Perseo Sirio o Espero. Come riportato dal Sole 24 Ore , questa ulteriore flessibilità di anticipo della rendita pensionistica complementare va oltre le misure già previste nel Ddl concorrenza che il Senato dovrebbe approvare in via definitiva entro fine mese. In quel testo si prevedono due cose:

1)la possibilità di accedere in via anticipata alla rendita per i disoccupati di lungo corso (almeno 24 mesi);

2) la facoltà di destinare anche solo una parte del Tfr alla previdenza complementare sulla base di intese collettive.

Due misure che il presidente della Covip, Mario Padula, ha segnalato con interesse in occasione della Relazione annuale della Commissione di vigilanza sui fondi pensione perché vanno nella direzione della necessaria evoluzione di un sistema, quello della previdenza complementare, fermo a 7,2 milioni di iscritti (+12,1% sul 2014) che scendono a 5.441.868 se dal totale si scomputano circa 1,8 milioni di lavoratori che hanno smesso di versare i contributi. Con la maggiore flessibilità introdotta con Rita l’adesione a un fondo pensione diventerebbe interessante anche per un lavoratore che si trovi a 10  anni dal pensionamento, come previsto dagli statali, visto che lquesta norma verrebbe estesa a tutti.

moi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Si definisce meglio l’operazione RITA, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Il rating per l’Italia è cambiato per Moody’s. Restiamo però investment grade e l’outloo
Lasciamo da parte la complicata situazione italiana e chiediamo all'analisi intermarket un aiuto
Nel post di prima abbiamo parlato della grande sfida che vede di fronte il governo italiano, le
Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente e ci si interroga sempre di più su come sarà in futu
Ftse Mib: indice sotto pressione rompe 19.000 e punta 18.700 punti, livello chiave per l'indice ital
Mentre stiamo discutendo di “manine” e di contrasti all’interno della coalizione giallover
L’aria non butta bene per il governo in sede europea, il  che provoca una salita dello spread ed
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Se ragioniamo in maniera paternalistica, non c'è dubbio che papà Mario, ha ragione, non può i
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )