Itinerari previdenziali: la difficle gestione dei patrimoni dei fondi

Scritto il alle 08:54 da [email protected]

E’ stato presentato a Milano, curato da Itinerari previdenziali, il Terzo Report, relativo al 2015 sugli investitori istituzionali italiani, iscritti, risorse e gestori dei patrimoni dei fondi pensione complementari.
l rapporto coordinato da Alberto Brambilla, giunto alla terza edizione, si pone l’obiettivo di fornire un quadro quantitativo sul mondo degli investitori istituzionali principali, che -ad eccezione di banche, assicurazioni, SGR che operano con schemi differenti- sono i fondi pensione negoziali, i fondi preesistenti, le casse di previdenza professionali e le fondazioni bancarie, ai quali si stanno aggiungendo le Casse e i Fondi di assistenza sanitaria integrativa che hanno quasi raggiunto gli 8 milioni di iscritti. Il Report fotografa la situazione anagrafica e patrimoniale di questi operatori dal punto di vista del numero dei soggetti operanti, degli aderenti attivi e dei pensionati per i fondi pensione e le casse previdenziali, della dimensione delle risorse gestite da questi investitori, della composizione e diversificazione dei patrimoni e dei soggetti gestori e fabbriche prodotto ai quali questi patrimoni sono affidati in gestione. Dalla rilevazione si ricavano una serie di dati e classifiche per iscritti, per dimensioni patrimoniali, che consentono a tutti di disporre in modo semplice di una serie di informazioni di dettaglio spesso non disponibili in modo aggregato. I dati esposti nel Report, sono rigorosamente rilevati dai bilanci ufficiali e dalle note informative di questi Enti.
Il patrimonio totale dei sunnominati Investitori, ammonta al 31/12/2015 a 216,35 miliardi di euro (erano 207,738 nel 2014), dei quali circa 125 sono affidati direttamente o indirettamente a gestori professionali (erano 108, oltre il 50%, lo scorso anno).
I rendimenti.
Pur in calo rispetto al 2104, i rendimenti dei Fondi pensione e delle Fondazioni
Bancarie, anche per il si mantengono, su buoni livelli, superiori ai rendimenti obiettivo costituiti da inflazione, media quinquennale del Pil e Tfr. Anche nel primo semestre 2016 prosegue la discesa dei rendimenti e dopo molti anni alcuni fondi hanno delle performance meno dei parametri obiettivo previsti.
L’ulteriore appiattimento dei tassi, spesso negativi sul breve periodo, che proseguirà anche nei prossimi mesi e la grande volatilità dei mercati finanziari, spingono i responsabili Istituzionali alla ricerca di nuove asset class, rivedendo le asset allocation con il probabile inserimento di investimenti alternativi (Fia) e con una modificazione nei mandati sempre meno generici e sempre più a ritorno totale e multi asset. Questo processo di variazione dell’asset allocation e delle tipologie di gestione è tuttavia piuttosto lento anche per le complesse procedure di governance di Fondi e Casse; tuttavia i risultati del primo semestre 2016 dovrebbero accelerare queste variazioni anche in previsione di scenari incerti legati alla conclusione del QE ( quantitative easing) e ai fattori geopolici. Una attenzione particolare, a differenza di quanto accade oggi, dovrà essere riservata a investimenti che possano generare maggiore sviluppo e occupazione nel nostro Paese anche per ridurre i “silenti” (quelli che non versano più i contributi) e aumentare gli attivi.
Al 31.12.2015, i 36 fondi pensione di natura negoziale operanti nel Paese, contavano 2.419.121 iscritti e un patrimonio complessivo di 42,546 miliardi di euro. Rispetto all’anno precedente, si registra un significativo incremento del numero totale degli iscritti (+ 25% rispetto a 1.944.276 di fine 2014) dovuto principalmente alle adesioni “contrattuali del Fondo Prevedi, mentre il patrimonio registra una crescita di 2,9 miliardi di euro (al 2014 il patrimonio totale era pari a 39,644 miliardi euro). Di seguito i primi 20 fondi negoziali classificati per numero di iscritti, che rappresentano il 91% del totale iscritti. La gestione dei fondi pensione negoziali, in linea con le disposizioni dettate dal d.lgs. 252/2005 e DM 703/1996, in attesa dell’adeguamento della gestione al nuovo Decreto 2 settembre 2014 n. 166, è totalmente esternalizzata a gestori patrimoniali professionali, quali: banche, SIM, SGR e compagnie di assicurazione. Nel 2015 sono solo tre i fondi che gestiscono direttamente parte del loro patrimonio.
In dettaglio, Eurofer dal 2012 detiene quote di un fondo immobiliare chiuso per un importo pari a circa 24 milioni. Laborfonds e Solidarietà Veneto hanno, invece, investito parte delle loro risorse in fondi mobiliari chiusi che hanno come obiettivo quello di sostenere progetti di crescita e sviluppo a favore delle PMI del territorio di riferimento. Per gli altri fondi, pur in presenza del credito di imposta in caso di investimenti infrastrutturali nell’economia reale, non sono stati fatti significativi passi in avanti.
Così l’economia italiana continua la stua stagnazione e i fondi non sanno dove investire visto che i titoli pubblici sono tutti a rendimento zero.
Chi ci andrà a perdere saranno gli iscritti alla previdenza complementare, o quanto meno, l’obiettivo è quello di mantenere almeno montante individuale di ciascuno inalterato, senza crescite, ma senza remissioni.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Dobbiamo essere sorpresi? Certo che no. E non poteva essere diversamente. La nostra amica Janet
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: l'apertura di oggi dell'indice tricolore italiano mostra la stessa incertezza di ieri, qu
Ieri scherzando ma non troppo, abbiamo scritto che un'ondata di terrore ha attraversato l'Europa
Il 12 dicembre 2017 si è tenuto a Roma presso l’Università Luiss l’Assemblea annuale dei F
PREVISIONE Periodo complesso da decifrare per questa valuta! Dando per scontato l'iniz
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La disinformazione e la confusione che regna nell'opinione pubblica attorno a Bitcoin e le cript
Contenuti del Percorso, Location, Orari e Costo alla Sezione Percorso sulla Te
Oggi, prima di fare la nostra analisi quotidiana, vorrei spendere 2 parole sul Bitcoin e le Blockc