La Rita rivisitata

Scritto il alle 08:57 da [email protected]

La legge finanziaria  o di bilancio  2018 interviene nuovamente anche sulla rendita anticipata della previdenza complementare, affinandola e sganciandola in qualche modo dall’ape volontaria cui era indissolubilmente legata nella precedente finanziaria. Una delle novità è che può chiedersi anche prima di compiere i 63 anni, requisito ineludibile per l’ape volontaria e sociale.
In effetti si tratta di un nuovo ammortizzatore sociale, anche se sarà limitato ad una platea ridottissima, perchè ridotta è la platea degli iscritti alla complementare, un quarto dei lavoratori attivi e di questo quarto molti non hanno ancora accumulato capitali consistenti.
La Rita è disciplinata dal comma 168 della Legge. 205/17 e prevede che i lavoratori che cessano l’attività e maturano l’età per la pensione di vecchiaia entro i cinque anni successivi, con 20 anni di contributi, possono chiedere ai fondi pensione, con esclusione di quelli a prestazione definita, in tutto o in parte dal montante accumulato, una rendita temporanea (RITA), decorrente dal momento dell’accettazione fino al conseguimento dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia. Essa consiste nell’erogazione mensile, per il periodo considerato, del montante accumulato richiesto. Ai fini della richiesta in rendita e in capitale del montante residuo non rileva la parte di prestazione richiesta come Rita.

Esempio se un lavoratore ha accumulato un montante di 100.000 euro presso un fondo pensione, può chiedere per 5 anni una rendita sulla metà del montante, cioè 50.000. Avrà diritto ad una rendita temporanea di circa 800 euro lordi. Quando avrà raggiunto i 67 anni previsti dal 2019 per la pensione di vecchiaia, potrà chiedere la rendita vitalizia sui rimanenti 50.000 euro che nel frattempo saranno aumentati per effetto dei rendimenti finanziari. Se varia l’età pensionabile nel frattempo, bisogna rimodulare tutto, com’è previsto del resto per l’ape volontaria. Presumibilmente nel periodo di vigenza della Rita decade il diritto al contributo del datore di lavoro.
La rendita anticipata è riconosciuta altresì ai lavoratori inoccupati per un periodo di tempo superiore a ventiquattro mesi e che maturano l’età per la pensione di vecchiaia entro i dieci anni successivi. A meno che non ha esercitato il diritto di riscatto totale o parziale.
La parte imponibile della rendita anticipata, è assoggettata alla ritenuta d’imposta con l’aliquota del 15 per cento ridotta di 0,30 punti percentuali per ogni anno il quindicesimo anno di iscrizione a forme pensionistiche complementari fino a un massimo di riduzione di 6 punti percentuali.
Queste disposizioni si applicano anche ai dipendenti pubblici che aderiscono alle forme pensionistiche complementari.
La legge di bilancio interviene anche a favore dei fondi regionali come Laborfonds. Il comma 171 infatti prevede che quando la contrattazione collettiva o specifiche disposizioni di legge stabiliscono il versamento a fondi pensione negoziali di categoria operanti su base nazionale di contributi aggiuntivi, tale versamento deve essere effettuato anche  nei confronti dei fondi pensione negoziali territoriali di riferimento ove esistenti alla data del 1 gennaio 2018 anche in caso di lavoratori che non abbiano destinato il proprio trattamento di fine rapporto (TFR) alla previdenza complementare.
Nel caso che il lavoratore sia già iscritto ad un fondo in tal caso il contributo viene versato automaticamente ad esso.

c.l.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
La Rita rivisitata, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Riprendiamo dall’analisi del Futures Dax sul lungo periodo che, contrariamente al nostro Futures,
Lo so che non interessa più a nessuno, come abbiamo riportato nel fine settimana, il mercato am
FTSE MIB: l'indice italiano ha aperto le contrattazioni in positivo rispetto alla chiusura della v
Ho deciso di scrivere questo report perché osservo commenti a report sui mercati che sono a mio avv
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La forte pressione speculativa che ha dominato nelle ultime settimane sembra in via di esaurimento
La piena occupazione, il migliore dei mondi possibili, non si trova più un solo disoccupato, in
Come al solito vediamo velocemente la situazione del nostro indice Biotech: come vedete qui sotto
In questo inizio 2018, un altro grande protagonista del mercato è stato l’oro nero, ovvero il
Piazza Affari inizia la settimana con tonicità dopo aver infranto il muro dei 23mila punti ed av