HM amplia il welfare aziendale: tfr anche per matrimonio

Scritto il alle 09:00 da [email protected]

Sommerso dalla discussione e dalle proposte di modifiche della legge Fornero, il welfare aziendale era finito in una specie di cono d’ombra di cui pochi si ricordavano l’esistenza. Invece, quasi inaspettatamente e all’improvviso è sbucato fuori un accordo innovativo che indubbiamente farà da apripista per altri analoghi accordi.
Hennes & Mauritz AB, comunemente conosciuta come H&M, un’azienda di abbigliamento svedese, ha sottoscritto il 24 settembre 2018 il primo accordo integrativo aziendale,  rafforzando le relazioni sindacali per tutelare l’occupazione con il quale si definiscono importanti misure in tema di organizzazione, conciliazione dei tempi di vita e lavoro e welfare.
L’accordo interessa complessivamente più di 5mila lavoratori in forza presso gli oltre 150 punti di vendita presenti sul territorio nazionale in 17 regioni. Finalmente una svolta positiva per i dipendenti della multinazionale svedese.
L’intesa definisce una serie di misure in tema di welfare aziendale; condizioni di miglior
favore in ordine a part-time post maternità; congedo per formazione; congedo per il lavoratore padre;  anticipo TFR.  Sono state inoltre definite importanti ed ulteriori tutele in tema di violenza di genere.
Quale condizione di miglior favore l’azienda riconoscerà l’anticipo del Tfr maturato ai sensi della vigente normativa a tutti i lavoratori indipendentemente dall’anzianità maturata,  inoltre saranno   accolte, nell’ambito del 10% annuo della forza lavoro presente nell’azienda,  le richieste di anticipazione per il tfr per esigenze personali documentate come ristrutturazione della prima casa di abitazione, acquisto dei mobili, acquisto dell’auto, spese di cura dei figli ( asilo nido, baby sitting, assistenza sanitaria, centri estivi, spese di cura dei conviventi nonché le spese sostenute in relazione alla celebrazione di matrimonio e alla costituzione delle unioni civili oppure di separazione e di divorzio. In ogni caso l’importo dell’anticipazione non potrà superare il preventivo di spesa e le fatture giustificative di tale richiesta. L’anticipo  potrà essere chiesto  una sola volta nell’arco della vita lavorativa fermo rimanendo le causali ordinarie previste dalla legge. L’anticipazione in ogni caso non potrà superare il 50% del Tfr maturato. Mentre su tutti gli altri aspetti contrattuali relativi al welfare il giudizio non può che essere favorevole, per quanto attiene il Tfr, l’ accordo, pur essendo positivo ed innovativo,  non pare favorisca l’adesione alla previdenza complementare. Infatti se si rafforza l’utilizzo del tfr prima del pensionamento, implicitamente si sminuisce il secondo pilastro pensionistico di cui, specie per quanto riguarda i fondi negoziali, le stesse Organizzazioni sindacali  sono parti istitutive e presenti negli Organi di Amministrazione.

Anche gli aderenti ai fondi pensione possono usufruire di anticipazioni della loro posizione individuale accumulata presso il Fondo Pensione.
Per le spese sanitarie possono richiedere fino al 75% del maturato  in qualsiasi momento, per la prima casa per sè o figli o ristrutturazione anche qui fino al 75% però dopo 8 anni di iscrizione al Fondo, mentre per altre esigenze,  senza dover fornire nessuna giustificazione si può chiedere un anticipo fino al massimo del 30% della propria posizione accumulata sempre dopo 8 anni di iscrizione.
In tutti questi casi è prevista la possibilità reintegrazione.
Si sono anche rilevanti benefici fiscali: per spese sanitarie la ritenuta è pari al 15%, con riduzione di 0,30 punti per ogni anno successivo al 15°; per gli altri tipi di anticipazione l’aliquota è del 23%.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
HM amplia il welfare aziendale: tfr anche per matrimonio, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Gli small traders sono ancora in una situazione di sicurezza, però il quadro continua ad essere c
  Quando parlavo di mercato unidirezionale, molti facevano finta di non capire. Ora gli
Ftse Mib: l'indice italiano apre in gap up dopo il taglio del rating di Moody's che è stato comunqu
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Guest post: Trading Room #296. Sono state giornate difficili ma ora ci siamo tolti il dente del do
Dal 2011 la legge ha attribuito alla COVIP la vigilanza sugli investimenti e sulla composizione del
Tanto tuonò che piovve anche se in realtà, più che lampi quelli di Moody's si sono rivelati i
Analisi Tecnica Andiamo a chiudere il piccolo gap a 19660 e riprendiamom a scendere andando a testa
Stoxx Giornaliero Buona domenica a tutti, l’indice di riferimento europeo lascia invariata