Portare blockchain alle pensioni può aiutare i fondi pensione collettivi

Scritto il alle 09:34 da [email protected]

Portare la blockchain alle pensioni: come “registri intelligenti” potrebbero avvantaggiare i CDC, ovvero i sistemi pensionistici collettivi a contribuzione definita. La pensione contributiva Inps può essere preso come esempio tipico del Cdc, dove non esiste una capitalizzazione individuale ma è legata alla media quinquennale del Pil. Ma è solo per esemplificare, perché parliamo sempre di soggetti privati che investono collettivamente nell’economia reale. Viceversa i fondi pensione italiani sono a contribuzione definita individuale. Per quello che ho capito, che non è molto, la blockchain è un database distribuito che sfrutta la tecnologia peer-to-peer, la rete paritaria per la condivisione di qualcosa, in modo che chiunque può accedere, diventando così un nodo della rete. In altre parole è una sorta di libro contabile in cui sono registrate tutte le transazioni fatte, rese possibili dall’approvazione del 50%+1 dei nodi e può essere utilizzata in tutti gli ambiti in cui è necessaria una relazione tra più persone o gruppi. Un protocollo sicuro, inespugnabile e trasparente, si afferma, che è alla base delle cripto monete, di cui, lo confesso, non ho ancora chiaro il meccanismo.

Secondo un rapporto lanciato a Londra la scorsa settimana, l’uso della tecnologia “smart ledger” ( libro contabile intelligente) propria del blockchain è l’uovo di Colombo per gli schemi pensionistici CDC.
In questo rapporto si afferma che blockchain è “una soluzione naturale” per le sfide di governance e amministrazione poste da una struttura CDC.
I registri intelligenti supportano la trasparenza in merito a decisioni, costi e diritti e consentono una migliore implementazione dei sistemi di risparmio collettivi, che si tradurranno in risultati migliori.”
La trasparenza intorno al processo decisionale – che il rapporto afferma “non è qualcosa che esiste attualmente nelle pensioni” – sarebbe ora garantita perché i registri intelligenti “assicurano l’accuratezza e l’immutabilità dei precedenti documenti, incluse le decisioni degli amministratori”.La tecnologia Smart Ledger può vedere in tempo reale il valore capitale e l’equivalente di reddito della pensione CDC, nonché la sua evoluzione storica.
Ciò è dovuto al fatto che “i ratei pluriennali di beni, contributi e diritti dei membri dello schema, nonché i pagamenti delle pensioni, sono tutti collegati temporalmente in catene.”
Nel contesto delle pensioni, i registri intelligenti potrebbero fornire il meccanismo per automatizzare le transazioni e i processi decisionali.
“Soprattutto, la riduzione del potere centrale di terzi potrebbe portare ad una maggiore fiducia nella gestione delle pensioni.
Il rapporto è stato scritto congiuntamente da Con Keating della Federazione europea delle società di analisti finanziari e Iain Clacher e David McKee della Leeds University Business School.

Il rapporto ha anche esplorato la possibilità di “contratti intelligenti”, in base al quale determinate azioni e decisioni sono formalizzate attraverso algoritmi. Una guida del 2017 pubblicata dallo studio legale britannico Burges Salmon ha definito i contratti intelligenti come accordi “autoeseguiti” contenenti “clausole elettroniche” che attivano i processi secondo i termini dell’accordo: in altre parole, quando viene soddisfatta una determinata condizione, viene attivato un obbligo corrispondente.
Afferma Susanna Rust, esperta previdenziale che in un contesto di pensioni CDC, il rapporto assicura che le “regole intelligenti” sono semplicemente la versione codificate delle regole statutarie. Costruirle in un sistema sarebbe quindi “un esercizio relativamente banale”.
Il rapporto ha fornito esempi di un contratto intelligente per le decisioni relative ai periodi di recupero, i deficit e le eccedenze. L’applicazione coerente di “alcune regole semplici ma efficaci” potrebbe prevenire un problema comune in qualsiasi accordo collettivo, vale a dire “la possibilità di un consumo eccessivo di risorse oggi a spese dei futuri beneficiari”.
“Se le pensioni CDC dovessero implementare contratti intelligenti, ciò previene il problema dell’eccesso di spesa e garantisce l’equità inter- e intra-generazionale, una preoccupazione chiave nelle pensioni”.
“Inoltre, l’uso di contratti intelligenti garantisce un’amministrazione coerente a basso costo.”.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit
La settimana ha avuto come grande protagonista il petrolio. E i mercati sembrano prendersi un pi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.
Dilettanti. Dilettanti allo sbaraglio. E la cosa grave che spesso, oltre che essere dilettanti,
Mentre infuria il dibattito sulle penalizzazioni implicite connesse a quota 100, e l’umore degli i
Alla fine avevo ragione, è bastata una rapida lettura delle quasi 600 pagine dell'accordo capes
Dare feedback, comunicare in modo chiaro ed efficace, ma anche trasmettere entusiasmo e saper bilanc