Natale amaro per i pensionati

Scritto il alle 08:38 da [email protected]

Finalmente fra sabato e domenica notte la legge di bilancio 2019 è stata approvata dal Senato. Fra Natale e Capodanno dovrà essere approvata anche dalla Camera per entrare in vigore dal primo gennaio prossimo ed evitare l’esercizio provvisorio, una sorta di shutdown come si sta verificando ora negli Stati Uniti d’America perchè il Senato ( quello americano) non ha concesso i soldi a Trump per la costruzione dei muro sul confine del Messico. Per il momento questo pericolo sembra  scongiurato. Per carità di Patria è doveroso  stendere un velo pietoso sulle modalità e la tempistica. Chi pensava che quest’anno la legge di bilancio sarebbe passata senza il classico voto di fiducia e che ogni articolo e comma stato  ampiamente discusso nelle competenti Commissioni parlamentari prima  e poi in Aula, forse sarà rimasto un poco deluso.Anzi la maggioranza degli italiani neppure ci ha fatto caso e se lo ha fatto, avrà giudicato inutili queste fumoserie filosofiche. Il già limitato tempo di discussione riservato alle ultime legge finanziarie sono stati praticamente annullati e per la prima volta sono stat introdotti delle modifiche orali, “ a voce” . Le novità sono sempre una bella cosa e devono essere apprezzate in quanto tali. In quanto ai contenuti invece nonostante i peana che già stanno scoppiettando, è molto discutibile, sia come iter procedurale, sia per quanto riguarda i  contenuti. Sulle pensioni e sul reddito di cittadinanza sono stanziati unicamente le somme da spendere, rinviando a successivi provvedimenti la regolamentazione. Mentre le misure concessive sono spostate a future leggi, quelle di taglio sono già presenti nel provvedimento approvato. Un Natale amaro per i pensionati le cui organizzazioni sindacali già sono tutte sul piede di guerra. Una vessazione continuata, aggravata e permanente.
Infatti quest’anno si doveva tornare alla piena perequazione delle pensioni al costo della vita, stimato nell1.1% dopo un blocco decennale, invece intervenendo nuovamente sull’adeguamento delle pensioni all’inflazione, in tre anni la manovra sottrarrà ai pensionati 2,5 miliardi di euro. L’intera rivalutazione sarà garantita solo per chi ha una pensione fino a 1522 (tre volte il minimo Inps). L’aumento scenderà al salire della pensione, sei scaglioni fino a perdere il 60% dell’inflazione per chi è 9 volte sopra il minino. Poi c’è il taglio delle cosiddette pensioni d’oro per 5 anni, ma non c’è nulla nella legge sulla non autosufficienza, né è accennata   la necessità di “lanciare un’idea di un nuovo welfare europeo”. Se si vuole cambiare l’approccio con la UE come dicono questo è un campo fertilissimo da coltivare. L’Europa deve tornare a ridisegnare il sistema di welfare. Nel loro comunicato ufficiale Spi, Fnp e Uilp, i sindacati pensionati affermano che faranno sentire la propria voce “per denunciare l’ipocrisia del governo che con una mano sembrerebbe dare, ma con l’altra certamente toglie”.
Un’altra misura contestata e discriminante è la diminuzione del carico fiscale dei pensionati fuggiti all’estero da almeno 5 anni e che rientreranno in Italia andando a vivere nel Sud in un paese fino a 20.000 abitanti. A loro sarà assicurata una tassazione massima per 5 anni del 7%. Non si capisce perché la stessa possibilità non venga concessa ad un pensionato residente nel nebbioso nord, magari originario proprio del Sud, che si trasferisce nel suo paese natio. Su questo beneficio territoriale si prevedono numerosi ricorsi che si aggiungeranno a quelli che altrettanto sicuramente saranno prodotti per la ridotta perequazione o il taglio delle pensioni elevate.

Camillo Linguella

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 3.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -2 (from 2 votes)
Natale amaro per i pensionati, 3.3 out of 10 based on 3 ratings
1 commento Commenta
vuvuzela
Scritto il 24 dicembre 2018 at 11:11

Ennesima fake-idiozia-news. Il natale amaro a base di Maalox è per banche, assicurazioni, lobbies del commercio online e, di riflesso, gente come te che guadagnicchia lucrando seduto sopra una tastiera il denaro di chi lo produce realmente nella realtà. I pensionati sopra i 1500 euro non avranno l’aumentino di pochi spiccioli ma, in compenso:
1) quelli sotto i 1500 lo avranno (mentre per oltre dieci anni non lo hanno avuto grazie ai tuoi amici di PD e PDL che hai votato)
2) assieme al prelievo sulle pensioni di platino andranno a finanziare l’adeguamento delle pensioni minime ad oltre 700 euro (cosa mai vista nella storia repubblicana).
3) Il reddito di cittadinanza si rifletterà anche sulle pensioni, poichè spesso i giovani disoccupati che usufruiranno del reddito sono a carico dei genitori anziani pensionati.
4) Il pensionato del nebbioso nord che non si trasferisce al paese natìo non lo fa perchè sicuramente è bello grasso al Nord, altrimenti lo avrebbe fatto da tempo, dato che la vita costa meno al Sud rispetto al Nord, ma non rispetto al Portogallo. Va a vedere la media delle pensioni al Nord.
Ti consiglio di goderti il natale e non stare qui a rosicare scrivendo idiozie, dato che rischi di ammalorarti il fegato poichè siamo solo all’inizio delle riforme. Vedrai il team mani di forbice come farà un bel taglio a zero del gruzzoletto che fino ad oggi hai ladrato sulla pelle della povera gente giocando in borsa…

Articoli dal Network
Mercati: dopo la bocciatura della proposta di accordo presentata dal governo May al parlamento brita
Ci sono tanti indicatori anticipatori. Noi spesso qui adottiamo il CESI, Citigroup Economic Surp
Prima di occuparci della farsa della Brexit e della epocale sconfitta del governo May, occupiamo
Il decreto legge sulla quota 100 che consente(consentirebbe) si poter andare in pensione prima dei 6
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
"Scusate ma forse ci siamo sbagliati". BREXIT: Quanto è successo stasera è quantomai destabili
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Robot, automazione e intelligenza artificiale sono alcuni dei principali trend per il 2019 nel mondo
In queste ultime settimane avrete notato che sul blog IntermarketAndMore non è uscita la solita