Approvata finalmente quota 100 con il contentino per gli statali

Scritto il alle 08:57 da [email protected]

Finalmente è stato convertito in legge il decretone che ha istituito il reddito di cittadinanza e quota 100. Ora vediamo la loro pratica applicazione e gli applausi per gli ideatori di tale misure, che anche a costo di mandare fallito lo Stato, non se la sono sentiti di lasciar perdere, specie se si è alla vigilia di un appuntamento elettorale europeo.

Le domande di quota cento allo stato attuale sono  inferiori alle 150.000 ipotizzate ( a regime dovrebbero essere 315.000), un sospiro di sollievo per le casse dell’Inps. Al 26.3.2019 sono state presentate 105.000 domande di pensioni con quota 100.  50.000 pensioni in meno da erogare dal prossimo primo aprile non sono poca cosa. Un vero sboom dopo l’inizio galoppante delle richieste. Un po’ come il reddito di cittadinanza che alla fine sembra che non lo voglia più nessuno ( 600.000 domande – al momento – contro 1.300.000 previste). La città con il maggior numero di domande è Roma con circa 8000 domande, quasi tutti di pubblici dipendenti. Seguono quasi a pari merito, ma con circa la metà di richieste Milano e Napoli ( 4600 domande ciascuna).Vanno in pensione sopratutto  i medici e 2 Regioni, Veneto e Abruzzo pregano i pensionati di ritornare in servizio negli Ospedali).
La maggior parte delle richieste, secondo dati Inps fa riferimento a persone ultra 63enni (47000 domande tra i 63 ed i 65 anni), mentre altre 21.000 sono riferite a lavoratori con più di 65 anni di età. Un’altra sorpresa è costituita dalla massiccia richiesta di pensionamento da parte dei pubblici dipendenti che hanno una situazione previdenziale diversa dai lavoratori del settore pubblico. Le differenze riguardano i trattamenti di fine rapporto, non la pensione. Qui le differenze sono notevoli, tutte (in)giustificate dai conti pubblici in affanno. Giustificazione sorprendente: Dopo aver causato una crisi economica che ha comportato una fuga di capitali di circa 7 miliari al mese e un nuovo record del debito pubblic9o, stiamo ancora a preoccuparci di queste inezie!
Dunque i dipendenti privati come sappiamo hanno il trattamento di fine rapporto (TFR) che è salario differito e quando vanno in pensione, il tempo di fare i calcoli e dopo un paio di mesi al massimo ricevono la somma cui hanno diritto. Invece per i pubblici dipendenti la cosa non funziona così. Innanzitutto gli statali si dividono in: quelli che sono stati assunti prima del 2001 e gli assunti dopo il 2001. I primi hanno diritto al Trattamento di fine servizio che si denomina anche Buonuscita, indennità premio di fine servizio o indennità di anzianità a seconda se si lavora nello Stato, negli Enti locali e sanità oppure nel parastato. Quelli assunti dopo hanno diritto al trattamento di fine rapporto che ha le stesse regole del settore privato, solo che non si tratta di accantonamenti reali, ma “figurativi”.

Per i dipendenti pubblici che cessano l’attività lavorativa e richiedono
La pensione con il cumulo, l’ape volontaria o sociale, la rendita anticipata di previdenza complementare (Rita), la pensione anticipata in quanto lavoratori precoci o quota 100, i termini di pagamento delle indennità di fine servizio comunque denominate (TFS, IBU, TFR) iniziano a decorrere dal raggiungimento del requisito anagrafico previsto per il pensionamento di vecchiaia. I TFS, comunque denominati, dei dipendenti pubblici, sono erogati decorsi 12 mesi dalla cessazione del rapporto di lavoro nei casi di collocamento a riposo d’ufficio per raggiungimento dei limiti di età o di servizio; dopo 24 mesi per dimissioni;
Se si chiede quota 100 a 62 anni, prima occorre maturare i 67 anni e poi scattano i due anni ordinari, cioè occorre aspettare 7 anni per avere la liquidazione

Come se non bastasse gli importi sono rateizzati in un unico importo fino a 50.000 euro; due importi annuali, se l’ammontare è superiore a 50.000 euro ma inferiore a 100.000 euro; tre importi annuali, se superiore a 100.000 euro. In tal caso, il primo importo erogato rata sarà pari a 50.000 euro, il secondo a 50.000 euro ed il terzo all’ammontare residuo.
Un lavoratore opta per quota 100a 62 anni con un tfs ammontante a 120.000 euro, deve aspettare 5 anni per maturare i 67 anni di età previsti oggi dalla Fornero e poi scattano i due anni per aver diritto al pagamento della prima rata di 50.000 euro. Siamo così a 7 anni di attesa. Dopo un altro anno matura il diritto ad altri 50.000 euro E siamo a 8 anni
Dopo un altro anno matura il diritto a riscuotere i rimanenti 20.000 euro
E siamo alla bellezza di 9 anni! Se si è ancora in questa valle di lacrime si potrà festeggiare il decennale della pensione!

Per addolcire la pillola e frenare le giuste proteste, il decreto istitutivo di quota cento ha introdotto dei contentini: la possibilità di chiedere un anticipo del tfs (non del tfr) e una parziale defiscalizzazione sempre per i soli aventi diritto al Tfs ( non al tfr).
Ai dipendenti pubblici cui è liquidata la pensione quota 100 e che non vogliono aspettare 6/7 anni e vogliono intascare qualcosina subito come ordinariamente avviene per i dipendenti privati, possono chiedere un anticipo fino a 45.000 euro alle banche che aderiranno a un apposito accordo quadro
, pagando i relativi intessi.
Infine sempre per il tfs e non per il tfr, l’aliquota dell’imposta è ridotta di:
a) 1,5 % per le indennità corrisposte dopo dodici mesi dalla cessazione a decorrere dal 1° gennaio 2019;
b) 3 % per le indennità corrisposte dopo ventiquattro mesi;
c) 4,5 punti percentuali per le indennità corrisposte dopo trentasei mesi;
d) 6 punti percentuali per le indennità corrisposte dopo quarantotto mesi;
e) 7,5 % per le indennità corrisposte 5 anni o più.
Ma attenzione questo sconto  si applica fino a 50.000 euro.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Approvata finalmente quota 100 con il contentino per gli statali, 7.3 out of 10 based on 3 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Non accenna a placarsi la polemica sugli esigui importi del reddito e della pensione di cittadinanza
Innanzitutto spero che tutti voi siate riusciti a regalarvi qualche giorno di relax e di serenit
Analisi Tecnica La long white ha determinato la susseguente rottura della resistenza a 21330 portan
Stoxx Giornaliero Buongiorno a tutti, Stoxx che continua a vincolare al ribasso i tracy inver
DJI Giornaliero Buongiorno a tutti e ben ritrovati sul nostro appuntamento mensile che riguar
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati:
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Siamo arrivati a Pasqua e il mercato continua nella sua corsa al rialzo. Ma non si tratta solo pi