Welfare: il fascicolo elettronico sanitario

Scritto il alle 09:17 da [email protected]

L’11 aprile 2019 l’Istat ha pubblicato l’undicesimo rapporto “ NOI Italia” che offre una selezione di oltre 100 indicatori statistici del nostro Paese, delle differenze regionali che lo caratterizzano e della sua collocazione nel contesto europeo. Dando uno sguardo alla sezione “Popolazione e società” si evince che nel 2018, è proseguita la diminuzione della popolazione residente già riscontrata nei tre anni precedenti, con un decremento della popolazione riconducibile in larga misura alla dinamica naturale. Né si ferma la crescita dell’indice di vecchiaia cosicchè il rapporto tra gli anziani (65 anni e più) e i giovani (meno di 15 anni) registra un nuovo record nazionale.
Con quasi il 12% dei 512 milioni di abitanti dell’Ue, l’Italia è al primo posto nella graduatoria delle persone più anziane. In questo quadro assume un aspetto fondamentale avere un sistema di welfare sempre più efficiente, specie quello sul versante sanitario.

Mentre dilagano le polizze sanitarie integrative, cresce la spinta a migliorare il servizio sanitario nazionale che rimane uno dei capisaldi insostituibili nel nostro declinante welfare state. Infatti non solo i fondi integrativi sanitari non hanno avuto finora quella regolamentazione normativa capillare a livello nazionale o della comunità europea, ma sempre più mirano ad essere sostituitivi e non integrativi del SSN.
I motivi di questo  appeal sono riconducibili alla necessità  di eliminare le liste di attesa, di essere ricoverati in strutture pulite con bagni soddisfacenti e avere  la possibilità di cure dentarie senza doversi recare nei paesi dell’Est.

La differenza fra i due sistemi che dovrebbero appunto integrarsi, la fanno, dal punto di vista delle tutele, dalla totale universalità delle prestazioni nel caso del SSN, alle prestazioni non più universali, ma mirate secondo l’appartenenza, cioè se si è un lavoratore di una grande o piccola azienda, se si è un lavoratore attivo o pensionato, se le tutele sono offerte dai fondi aziendali, oppure dove si ha la residenza, nel caso dei fondi integrativi territoriali. Cioè anche rispetto alla tutela della salute, un bene primario, si ammettono e codificano delle differenziazioni.
Ma non tutti sono a conoscenza dell’enorme lavorio che si sta svolgendo per tenere il sistema pubblico a la page, mettendo in campo anche la cosiddetta “intelligenza artificiale”. Per esempio l’istituzione del fascicolo sanitario elettronico, è uno di questi nuovi strumenti. Attivabile a domanda esso contiene, in formato digitale tutte le informazioni di carattere sanitarie relative all’intestatario. L’utilità del fascicolo non ha bisogno di eccessive illustrazioni anche se rimangono da salvaguardare comprensibili esigenze di privacy di un campo estremamente sensibile e mettere tutte queste notizie in un “server-bunker” inespugnabile ad attacchi degli hackers e dei venditori di polizze sanitarie individuali..
Il fascicolo è attivabile in quasi tutto il territorio nazionale e consultabile sia dal paziente sia dai soggetti familiari o istituzionali a ciò autorizzati.
Secondo il Forum PA, gli italiani che hanno dato il consenso all’apertura di un proprio fascicolo sanitario elettronico sono circa 11 milioni e mezzo con circa 239 milioni di referti digitalizzati. Ora si sta lavorando per la definizione di standard omogenei e il contemporaneo incremento delle posizioni, attraverso il coinvolgimento di vari soggetti pubblici. Capofila è l’ AGID, Agenzia per l’Italia Digitale, l’agenzia tecnica della Presidenza del Consiglio, poi ci sono il Cnr, Mef, Ministero della Salute e le Regioni.
A breve il fascicolo sanitario digitave dovrebbe avere un unico punto di accesso (once only) , così si dovrebbero evitare di chiedere agli utenti informazioni già in precedenza fornite, non solo ma il fascicolo stesso sarà il principale strumento  di cura, ma specialmente per la prevenzione con particolare attenzione  per i malati cronici e gli anziani, utilizzando i futuri sviluppi della telemedicina.
Nei prossimi mesi  l’Agid lavorerà alla definizione di nuove linee guida per migliorare e valorizzare la gestione dei dati che transitano su dispositivi medici, Questi dati, integrati fra loro saranno utili anche per la ricerca.
In questo modo questi potrebbero essere utilizzati per studiare l’incidenza di determinate patologie sulla popolazione o per avviare programmi nazionali di prevenzione.
Attualmente il fascicolo elettronico può raccogliere una serie di documenti sanitari di base tra cui il profilo sanitario del paziente, i suoi referti, i verbali di pronto soccorso, le lettere di dimissione, i dossier farmaceutici e il consenso o diniego alla donazione degli organi e tessuti. A questi documenti, in alcune Regioni, se ne stanno aggiungendo altri come ad esempio la raccolta delle cartelle cliniche, dei bilanci di salute, i programmi di assistenza domiciliare, piani diagnostico terapeutici, i certificati medici, le vaccinazioni, e altri ancora.

C.l.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
23 Se prima della notizia dell'embargo totale nei confronti del petrolio dell'Iran c'era forse il
Ftse Mib: l'indice italiano apre debole dopo il ponte festivo e dopo aver testato i 22.000 punti. Il
Non accenna a placarsi la polemica sugli esigui importi del reddito e della pensione di cittadinanza
Innanzitutto spero che tutti voi siate riusciti a regalarvi qualche giorno di relax e di serenit
Analisi Tecnica La long white ha determinato la susseguente rottura della resistenza a 21330 portan
Stoxx Giornaliero Buongiorno a tutti, Stoxx che continua a vincolare al ribasso i tracy inver
DJI Giornaliero Buongiorno a tutti e ben ritrovati sul nostro appuntamento mensile che riguar
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: