I Fondi pensione dei pubblici dipendenti hanno una casa comune

Scritto il alle 10:15 da clinguella@finanza

La sede dei Fondi in via Aniene a Roma

L’attenzione in questo periodo è focalizzata sulla previdenza complementare del Pubblico Impiego. Espero si consolida, Perseo è già operativo. Lo seguirà a ruota Sirio

L’attenzione degli ambienti interessati, come si dice, è incentrata sulla previdenza complementare dei fondi pensione del pubblico impiego. Diversamente da quelli privati per i quali la nascita fu,  di fatto,  stabilita nel 2005 con il varo di un apposito decreto e successivamente nel 2007 partì la previdenza complementare nel settore privato con gran rullar di tamburi e pubblicità progresso, per gli altri si è dovuto aspettare.

Dal varo della prima legge di riforma previdenziale, la mitica legge 335/95 ad oggi, sono passati sono passati ben 17 anni. E scusate se vi sembran  pochi, almeno di fronte all’eternità. Ma come si dice, meglio tardi che mai, perché nel frattempo, con il sistema misto e quello retributivo, i danni ai pensionati, tutto sommato, sono stati abbastanza limitati.

Oggi Espero consolida la sua presenza nel campo previdenziale della scuola, Perseo e Sirio cominciano la loro avventura nei rimanenti comparti del pubblico impiego, ministeriali, enti pubblici non economici, enti locali e sanità pubblica e privata. Diversamente dal 2007, non si registra quell’attenzione che quest’eventi richiederebbero. La previdenza complementare è diventata  assolutamente indispensabile per le giovani generazioni, oggi massacrate per il lavoro che non c’è  e domani per la pensione. Questi fenomeni non si verificano  per egoismo dei padri verso i figli, come molte voci, anche autorevoli,  vogliono accreditare, cercando  così di scaricare su incolpevoli soggetti  la loro insipienza o semplicemente mancanza di conoscenza della realtà, cioè non delle tesi teoriche acquisite dai libri. Queste tesi (teoriche) privilegiano esclusivamnente un tipo di  welfare  esclusivamente  di stampo assicurativo/privatistico.  Infatti, al di là dei flebili proclami pubblici sulla necessità del rilancio della previdenza complementare nel suo complesso, di concreto non si fa niente.

 Ma i Fondi pubblici non facendosi sgomentare da queste cose, sono decisi a centrare tutti gli obiettivi, perché così facendo non conseguono un beneficio proprio, i fondi negoziali non hanno fini di lucro, ma concorrono a realizzare un interesse generale che va oltre la mera erogazione della rendita complementare.

E per far questo i fondi in questione hanno realizzato una cosa notevole. Apparentemente può sembrare  un aspetto secondario, ma non lo è.  E’ significativo, perché mette in evidenza uno stile di comportamento ed un’etica inconsueta, stando almeno ai reportage giornalistici su come vengono spesi in altri  contesti i soldi pubblici.   Come si sa per svolgere una qualsiasi attività occorre una sede, un minimo di ufficio per operare. Come diceva una vecchia canzone di Gaber : “l’amore è bello ma occorre un tetto”, per poter operare i fondi pubblico di nuova costituzione si sono messi a cercare casa. Sapete com’è difficile trovare una casa in affitto oggi, confortevole ed a buon prezzo!

Espero, Perseo  e Sirio, cui si aggiunge Mefop, società partecipata dal Mef per lo

I presidenti dei Fondi
Berretta (Espero) Bugli (Perseo) Allegrini (Sirio)

sviluppo dei fondi pensione, pur non essendo obbligati, stanno attuando una loro spending review decidendo di avere una “casa comune”, allocandosi tutti e quattro in uno stesso stabile, in modo da costituire una sorta di cittadella della previdenza complementare nel pubblico impiego. Questa decisione, oltre che emblematica, ha un risvolto pratico perché significa conseguire risparmi sui costi di gestione. Significa avere spazi comuni e i risparmi sui costi di gestione saranno  utilizzati in favore degli aderenti.  Ci sarà una sola Sala riunione per il Consiglio d’Amministrazione, centralino, servizio di vigilanza e di pulizia unico, tanto per citare  le sinergie più evidenti.

La realizzazione di questa idea non è stata semplice né facile. Dopo varie peripezie, avendo  scelto come interlocutore per l’affitto della sede, un soggetto pubblico, per motivi economici e di trasparenza, alla fine , a seguito di una procedura pubblica, si sono aggiudicati una bella sede nel centro di Roma  e che sarà operativa a partire dal prossimo mese di ottobre.

Altra immagine della sede

camillo Linguella.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
I Fondi pensione dei pubblici dipendenti hanno una casa comune, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
La scadenza opzioni gennaio ha visto gli indici azionari fermarsi su importanti posizionamenti di op
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Diventa naturale aspettare una fase correttiva dopo una corsa infinita che sembra non finire mai
Come si cambiano gli Euro in criptovalute ? E poi, una volta cambiati, si può fare l’operazione
Uno non fa in tempo nemmeno a scrivere che il denominatore di tutte le più grandi crisi della s
Una economia sostenibile in grado di tutelare l’ambiente, anche se più lenta, sarebbe priorit
Ricordiamo che domani 21 gennaio alle 17.00 ci sarà il webinar UniCredit con ospite Eugenio Sartore
Guest post: Trading Room #348. Continua la corsa per i mercati finanziari e anche per la borsa ita
Analisi Tecnica La spinning top ha fatto il suo dovere introducendo l'indecisione cha ha poi portat
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, Stoxx che rompe al rialzo anche il setup weekly e rimane