Evitata la tobix tax, ma i fondi pensione saranno tassati dall’algoritmo

Scritto il alle 08:04 da clinguella@finanza

 La legge di stabilità 2013 (legge 228 del 24.12.2012) ha introdotto sperimentalmente  a decorrere dal 1.3.2013 la Financial Transaction Tax (FTT) la tassa sulle transazioni finanziarie meglio conosciuta come Tobin tax dal nome di James Tobin, premio Nobel per l’economia nel 1981.

James Tobin, docente universitario americano e consigliere del presidente statunitense J Kennedy, pensava di  penalizzate le speculazioni valutarie a breve termine.  Gli introiti  derivanti da questa tassa dovevano essere destinate alla lotta alla povertà, un’operazione ricalcante le gesta del mitico Robin

James Tobin

Hood.  Un fine alto e nobile cui non si può che essere d’accordo.Il suo ambito attuale riguarda tutte le transazioni sui mercati finanziari per garantire una determinata stabilità. L’introduzione di questa tassa farà diminuire nelle casse statali il cosiddetto capital gain determinato  dalla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita dei prodotti finanziari, e dunque secondo alcuni il beneficio sarebbe nullo. C’è da dire fra l’altro che  solo 11 Stati membri hanno detto si, il resto, come il Regno Unito e la Svezia,  non hanno aderito,  creando un rischio  reale che gli investitori si indirizzino verso questi paesi.  In ultimo, finora  non è comunque stato chiarito in che modo verranno utilizzati gli introiti della Tobin Tax. In Italia sicuramente andrà alla riduzione del debito pubblico. I poveri dovranno aspettare ancora un pò.

L’Imposta sulle transazioni finanziarie o Tobix tax  si  basa su un triplice presupposto:

– trasferimento della proprietà di azioni o altri strumenti finanziari partecipativi ;

– operazioni su strumenti finanziari derivati che abbiano come sottostante prevalentemente azioni o altri strumenti finanziari partecipativi ;

-titoli emessi da società residenti in Italia (o titolo rappresentativi di tali strumenti indipendentemente da residenza soggetto emittente).

L’aliquota è dello 0,2% (0,1% per trasferimenti su mercati regolamentati o sistemi multilaterali di negoziazione) (0,22% e 0,12% per il solo 2013 vista l’entrata in vigore di tale imposta decorre dal 01.03.2013) sull’imponibile relativo al valore della transazione (saldo netto delle transazioni giornaliere su medesimo strumento finanziario ovvero corrispettivo versato).

Sono escluse i trasferimenti della proprietà per successione o donazione, eccetera… Il disegno di legge originario estendeva la tobin anche alle  forme pensionistiche complementari .

Ci furono vari interventi fra cui quello della  Covip per chiedere un ampliamento delle esenzioni previste e infatti nel testo finale della legge di stabilità è stato stabilito  che l’imposta non si applica, tra gli altri agli enti di previdenza obbligatoria nonché alle forme pensionistiche complementari di cui al Decreto lgs. 252/2005.

Ora si spera che questa  esclusione sia approvata anche in sede comunitaria.

Questa legge non contenta d’aver introdotto la tobin tax senza la destinazione prevista da colui che la pensò,, ha introdotto una  ulteriore imposta che costituisce una novità assoluta perché è stabilita da un algoritmo, l’imposta sulle cosiddette “negoziazioni ad alta frequenza” (high frequency trading), che è stabilita da un algoritmo.

L’algoritmo è il deus ex machina che determina se l’indice di un determinato titolo deve essere positivo o negativo. L’ HFT è quella determinata  da un algoritmo informatico che determina in maniera automatica le decisioni relative all’invio, alla modifica o alla cancellazione degli ordini, laddove tali operazioni siano effettuate con un intervallo minimo inferiore al mezzo secondo. L’imposta si applica sul controvalore degli ordini annullati o modificati che in una giornata di borsa siano almeno pari al 60 per cento degli ordini trasmessi.

Mentre l’esenzione dei fondi pensione per l’imposta sulle transazioni finanziarie, è  espressamente prevista, tale esenzione non è riportata nella parte relativa all’imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza, per cui anche i fondi potrebbero esserne chiamati a versarla. Come dire salvati da una parte e angariati dall’altra.

Camillo Linguella

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 4.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Evitata la tobix tax, ma i fondi pensione saranno tassati dall’algoritmo, 4.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Il mercato sembra non risentire delle nubi che si vedono all'orizzonte, e si dimostra resiliente a
Ftse Mib. L'indice italiano, dopo aver superato la resistenza importante di 22.334 punti, è entrat
Quest'oggi invece dell'osservazione dei posizionamenti monetari voglio focalizzare l'interesse su un
Biden si insedia alla casa Bianca e i mercati festeggiano coi nuovi massimi. Quindi tutto bene,
Luigi Gubitosi commenta il Sustainability Bond TIM da record   Concluso con successo il colloca
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
TIM, collocamento Sustainability bond a gonfie vele   Un vero e proprio successo: il primo
Questo grafico ci ricorda che il nostro Bel Paese si è fino ad ora impegnato in modo importante per
E' stato tenero osservare la Yellen suggerire che il debito ora non è un problema, continuate a
Open Interest e Analisi Monetaria. Sul Dax solo netto aumento di posizioni put e call a strike 13