Archivi del mese: novembre 2014

Scritto il alle 09:13 da clinguella@finanza

I provvedimenti del governo contenuti nella legge di stabilità fanno insorgere il Civ dell’Inps che chiede la revoca di alcune misure. Atto giusto ma improduttivo di effetti. Il Civ è quell’accolta di persone designate dalle organizzazioni sindacali e dalla confindustria … Continua a leggere




Scritto il alle 08:49 da clinguella@finanza

Il futuro dei lavoratori del jobs act è andare in pensione sotto la soglia di povertà. In prospettiva dovranno lavorare fino a 70 anni per una pensione di 500 euro mensili. Il commissario dell’Inps Tiziano Treu e il direttore generale … Continua a leggere




Scritto il alle 08:55 da clinguella@finanza

Se il coefficiente di rivalutazione Inps è di segno negativo, la complementare conviene di più Una delle più grandi conquiste della civiltà moderna, espressione concreta della solidarietà umana, è stata l’istituzione della pensione come obbligo dello Stato di sostenere i … Continua a leggere




Scritto il alle 09:17 da clinguella@finanza

Ma quando si deve aspettare per avere pagato il tfr o tfs si chiedono gli statali mandati anticipatamente a casa? Vediamo di chiarire un’ingarbugliata matassa di cui neppure gli addetti ai lavori a volte hanno le idee precise. I tempi … Continua a leggere




Scritto il alle 08:32 da clinguella@finanza

Pubblicato sulla GU n.264 del 13-11-2014 il Regolamento sui criteri e limiti di investimento delle risorse dei fondi pensione e sulle regole in materia di conflitti di interesse. Finalmente dopo tanto aspettare, ha visto la luce il nuovo decreto sugli … Continua a leggere




Scritto il alle 09:22 da clinguella@finanza

Sulle pensioni non c’è nessuna novità. I problemi sul tappeto sono vari : la flessibilità in uscita, quota “96” o “100” come propongono alcuni, ed esodati. Su questi non c’è nessun accenno nella legge di stabilità. Pare che l’emendamento su … Continua a leggere




Scritto il alle 09:02 da clinguella@finanza

Tsunami è un termine giapponese che sta ad indicare l’irruzione semi-imprevista di una enorme massa d’acqua che porta via tutto. Ebbene uno “sciunami”, si è abbattuto sul Parlamento provocando l’ennesimo rischio di paralisi. E’ quello dei circa 4000 emendamenti sulla … Continua a leggere




Scritto il alle 09:07 da clinguella@finanza

Con l’andamento del Pil non esaltante, tutto diventa più compicato. Quando diventa poi negativo, le future pensioni saranno ancora più basse. E’ quello che sta per accadere. In questo caso,  per mantenere una vecchiaia dignitosa ai cittadini occorre incentivare, non … Continua a leggere




Scritto il alle 09:09 da clinguella@finanza

Un quotidiano economico parlando di “balle sulla previdenza integrativa”, ci aiuta finalmente a conoscere quali possono essere state le valutazioni del Governo sull’anticipo del tfr. In più un’ulteriore non buona notizia: per l’anno prossimo la rivalutazione delle pensioni sarà zero. … Continua a leggere




Scritto il alle 09:26 da clinguella@finanza

Il contributo del 2.5% è legittimo per il personale che usufruisce del Trattamento di fine Servizio. Per chi ha il Tfr non c’è nessuna trattenuta. Il mio precedente articolo sulla contribuzione del Tfs, “Statali, la trattenuta sul tfs è legittima” … Continua a leggere




Articoli dal Network
Ftse Mib: l’indice italiano ha dimostrato molta forza aggiornando ieri i massimi annui a 24.197 p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Facciamo due ragionamenti che vanno a sganciarsi da tutta quella parte psicologica del mercato c
Ftse Mib: l'indice italiano conferma in apertura la forza dimostrata ieri, mettendo nel mirino i mas
I mercati esplodono con quella volatilità che quasi si era dimenticata. Siamo tornati sopra qu
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l’indice italiano ha rotto con volatilità e volumi la trend line rialzista costruita s
Abbiamo chiuso la scorsa settimana ricordando come il genio di JPMorgan a Davos suggeriva di sta
Il coronavirus è il grande protagonista dei mercati, visto che impatta anche sulle attività de
Diventa naturale aspettare una fase correttiva dopo una corsa infinita che sembra non finire mai