Arrivano i Pepp, la polizza pensionistica europea

Scritto il alle 09:00 da [email protected]

Si sente molto parlare di una nuova forma di previdenza complementare a livello europeo, i Pepp ( Pan European Personal Pension ). Volendo banalizzare sono una specie di Pip, i Piani pensionistici individuali esistenti da tempo in Italia. E’ una forma di previdenza integrativa volontaria, una  nuova opzione di risparmio pensionistico per offrire ai lavoratori più possibilità di scelta immettendo sul mercato europeo prodotti più competitivi. Può essere offerto da una vasta gamma di società finanziarie come compagnie assicurative, banche, fondi pensione professionali, società di investimento e gestori patrimoniali.
La cosa importante contenuta nella proposta della Commissione è la standardizzazione delle caratteristiche principali, quali requisiti di trasparenza, norme sugli investimenti, trasferimento e portabilità. I Pepp si aggiungono ai piani pensionistici esistenti,  siano  fondi professionali o aziendali esostituirà la pensione pubblica statale.
L’Europa sta affrontando una sfida demografica senza precedenti che aumenterà la pressione sulle finanze pubbliche. Nei prossimi 50 anni, si prevede che la quota della popolazione in età pensionabile rispetto a quella in età lavorativa raddoppierà (passando da quattro a uno, a due a uno, cioè a due pensionati in età lavorativa). Ciò richiede riforme nei sistemi pensionistici nazionali, che alcuni Stati membri dell’UE hanno già fatto. Parte della risposta si trova nella previdenza complementare che integra le pensioni statali.
Un problema, che i Pepp cercano di superare è quello di superare  un mercato europeo delle pensioni complementari  frammentato e disuguale. Le offerte sono concentrate in alcuni Stati membri, mentre in altri sono quasi inesistenti. Questa differenza è legata a un mosaico di regole a livello UE e nazionale. I PEPP fornirebbero le basi per la creazione di un  prodotto previdenziale personale volontario buono per tutta la Comunità Europea.. Inoltre un mercato previdenziale in espansione convoglierà più risorse in investimenti a lungo termine e aumenterà l’efficienza dei mercati dei capitali, tale da contribuire alla crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro  considerando che oggi solo il 27% degli europei tra i 25 ei 59 anni si è iscritto ad una forma di previdenza complementare.
I PEPP sono  essere particolarmente allettanti per i cittadini che si spostano da uno Stato all’altro. I giovani potrebbero anche trarre vantaggio dall’iniziare a risparmiare per la pensione in anticipo: più lungo è l‘orizzonte di investimento, più alta è l’integrazione pensionistica.
I PEPP conterranno un’opzione di investimento predefinita per la maggior parte dei risparmiatori, in base alla quale il risparmiatore recupera almeno il capitale investito e un numero limitato di opzioni di investimento alternative. Commissioni e costi saranno trasparenti, divulgati tramite un semplice documento di informazioni chiave (KID) che verrà fornito prima dell’adesione, nonché una dichiarazione di benefici standardizzata durante la vita del prodotto.
Sono offerti su base paneuropea, consentendo ai lavoratori di spostarsi oltre i confini senza la necessità di cambiare prodotto. La standardizzazione delle funzionalità principali del prodotto sarà combinata con la flessibilità per far fronte alle differenze nazionali. I PEPP consentiranno inoltre di cambiare fondo o assicurazione periodicamente ogni cinque anni, a costi limitati. Questa caratteristica consentirà la trasferibilità dei risparmi accumulati tra gli Stati membri dell’UE pur mantenendo lo stesso contratto. Il regolamento PEPP faciliterà inoltre l’accesso consentendo l’adesione online.

Nell’ambito della valutazione d’impatto, la Commissione ha analizzato l’effetto potenziale del PEPP sui mercati dei capitali. Uno studio condotto Commissione europea stima che gli attuali erogatori di pensioni personali dell’UE detengano 700 miliardi di euro di attività. Secondo questo studio, il PEPP ha il potenziale di raddoppiare la crescita del mercato delle pensioni personali: entro il 2030, le forme di previdenza complementare deterranno € 2,100 miliardi di attività con PEPP e solo € 1.400 miliardi senza PEPP. Ciò presuppone che il PEPP riceva un trattamento fiscale favorevole in tutti gli Stati membri.
Chi vuole istituire un Pepp deve richiedere un’autorizzazione all’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali o professionali (EIOPA). In seguito all’autorizzazione esso potrà essere attivato in tutta l’UE anche mediante l’adesione online, Essendo un prodotto per l’area europea esso dovrebbe evitare tutti gli intoppi burocratici attualmente esistenti quando si cambia professione, si vuole cambiare fondo pensionistico oppure semplicemente si va da uno Stato all’altro. Così si riducono i costi e aumentano i risultati. Ma probabilmente il tutto se ne riparlerà dopo le elezioni europee.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Arrivano i Pepp, la polizza pensionistica europea, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
§ Ormai siamo in balia di un tweet e della replica che ne consegue. Ma anche su questo aspetto il
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in forte gap down nel giorno del Dividend Day. Circa il 60% in
Manifestanti contro il cambiamento climatico interrompono la conferenza sulle pensioni per imporre i
Guest post: Trading Room #321. Oggi è la data dello stacco dividendi. Molte aziende oggi quindi q
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, Stoxx che nella prima seduta dell’ultima ottava raggiu
DJI Giornaliero Buona domenica a tutti, riprendiamo quella che è la situazione ciclica del D
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: