Da settembre le pensioni della Guardia di Finanza si fanno a Viterbo

Scritto il alle 09:02 da clinguella@finanza

Dando attuazione del Protocollo d’intesa tra l’INPS e la Guardia di Finanza,
dal 1°settembre 2019, entrerà in funzione il “Polo nazionale Guardia di Finanza” presso la Direzione provinciale di Viterbo. Anche se oggi tutto dovrebbe potersi fare on line la scelta almeno logistica del nuovo Polo sembra studiata apposta. Infatti si trova a circa 70 chilometri da Roma e gli utenti che vorranno accoppiare una visita alla città dei papi e quella dell’Inps perché l’interlocuzione faccia a faccia al momento è ancora insostituibile, potranno facilmente raggiungerlo da Roma
La circolare n.118/2019 emanata in proposito dall’Inps, illustra le più importanti novità.
Il neo il “Polo nazionale Guardia di Finanza istituito presso la Direzione provinciale di Viterbo, avrà competenza in materia di gestione della posizione assicurativa, erogazione delle pensioni e dei trattamenti di fine servizio comunque denominati , nonché delle prestazioni creditizie, come i piccoli prestiti, le cessioni del quinto ecc.
La gestione, il coordinamento ed il controllo del suddetto Polo sono affidati alla Direzione regionale INPS Lazio che, si ricorda, non comprende Roma. Essa costituisce infatti una autonoma Direzione Centrale a sé stante, la Direzione Metropolitana di Roma. Questa suddivisione del Lazio in due Direzioni è un’eredità lasciata dall’ex presidente Boeri, fonte di conflitti di competenze, duplicazioni di funzioni e di costi. Il nuovo board dell’Inps dovrebbe riprendere in mano la questione, sentire che dice in proposito il Civ, Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, anche perché con la fusione in una unica direzione territoriale com’era prima, forse si potrebbero aprire tre o quattro sedi in ambito metropolitano e/o regionale o potenziare maggiormente il nuovo Polo..

Gestione della posizione assicurativa
L’assunzione delle competenze riguarderà tutti gli assicurati appartenenti alla Guardia di Finanza che, alla data del 1° settembre 2019, non hanno
presentato domanda di prestazioni pensionistiche, ovvero cessino dal servizio o presentino domanda di riscatto ai fini TFS successivamente al primo settembre.
Conseguentemente, tutte le domande presentate entro il 31 agosto 2019 rimangono di competenza delle precedenti strutture.
.Queste cureranno l’eventuale trasferimento al Polo di Viterbo dei
fascicoli/documentazione giacenti necessari all’espletamento delle nuove istanze pervenute dal 1° settembre 2019. La competenza del Polo si estende a tutte le attività che afferiscono al processo di sistemazione della Posizione assicurativa e cioè:
– memorizzazione del fascicolo;
– correzione della posizione assicurativa;
– sistemazione della Posizione Assicurativa;
– RVPA (Richieste di variazione Posizione Assicurativa).
Sono altresì di competenza del Polo la Predisposizione del mod. PA per prestazioni pensionistiche in vigenza e la Predisposizione PA per Pensioni. La Predisposizione della PA è attivata dalla richiesta della prestazione. Le Linee Memorizzazione e Sistemazione (se non già effettuate) saranno attivate dall’operatore del Polo. La Certificazione PA ai fini della prestazione e i dati di “Ultimo Miglio” possono essere effettuati dall’operatore del Polo o dall’operatore del Datore di Lavoro.

Gestione delle prestazioni creditizie
Sono accentrate a Viterbo tutte le attività connesse alle richieste di prestazioni creditizie presentate dal 1° settembre 2019 e relative ai piccoli prestiti e prestiti pluriennali, compresa la gestione delle relative trattenute e ammortamenti, anche per i prestiti già erogati ed in corso di ammortamento.
Restano in carico alle Strutture sul territorio le domande pervenute entro il 31 agosto 2019, comprese eventuali domande di riesame e i ricorsi amministrativi sulle stesse.
Le Strutture sul territorio garantiranno, in ogni caso, e relativamente alla tipologia di prodotti creditizi oggetto di “polarizzazione”, la presa in carico di eventuale documentazione trasmessa dagli utenti o di istanze di chiarimenti o consulenza, da inoltrare alla Direzione provinciale di Viterbo, segnalando all’interno dell’e-mail i riferimenti dell’utente (numero di cellulare ed indirizzo email/PEC).

 Pensione e  buonuscita
L’assunzione delle competenze riguarderà tutti gli assicurati appartenenti alla Guardia di Finanza che, alla data del 1° settembre 2019, non risulteranno aver presentato all’INPS domanda di pensione, ovvero cessino dal servizio o presentino domanda di riscatto ai fini TFS, trattamento di fine servizio, successivamente alla predetta data.
Conseguentemente, rimangono in capo a tutte le altre Strutture sul territorio, le lavorazioni delle pratiche di pensioni o altra prestazione entro il 31 agosto 2019.
La presentazione al Polo della domanda di pensione dalla data di subentro accentra presso lo stesso Polo anche le pregresse istanze di prestazioni pensionistiche giacenti presso le altre sedi Inps alla data del 31 agosto 2019.

Riscatto ai fini TFS
La definizione dei riscatti ai fini TFS ( trattamento di fine servizio), per i modelli di domanda (PR1) presentati a decorrere dal 1° settembre 2019, viene accentrata presso la Direzione provinciale di Viterbo, che provvederà alla definizione ed emissione del relativo provvedimento, oltre alla gestione degli esiti della comunicazione e della successiva notifica all’Amministrazione.
Le domanda di riscatto inviate entro il 31 agosto 2019, continueranno ad essere gestiti dalle Direzioni provinciali secondo il precedente criterio di competenza in base alla sede di servizio dell’iscritto.

Definizione del primo pagamento dei trattamenti pensionistici
La definizione dei trattamenti pensionistici diretti e indiretti relativi a domande presentate dal 1° settembre 2019 viene accentrata presso la Direzione provinciale di Viterbo, che provvederà alla definizione e liquidazione del primo pagamento di pensione.
Resta confermato l’attuale criterio di competenza, sulla base della provincia di residenza del pensionato, per le ricostituzioni a qualsiasi titolo, compresa la definizione della domanda di pensione di privilegio, la liquidazione della pensione di reversibilità e i successivi adempimenti relativi alla gestione della partita di pensione (assegno nucleo familiare, variazione ufficio pagatore, cessione del quinto, pignoramenti, ecc.).
Le domande di pensione dirette ed indirette pervenute entro il 31 agosto 2019 continueranno ad essere gestite dalle Direzioni provinciali secondo il generale criterio di competenza in base alla sede di servizio dell’iscritto.

Prima liquidazione e riliquidazione TFS (indennità di buonuscita)
La definizione delle prime liquidazioni del trattamento di fine servizio (indennità di buonuscita) spettanti al personale cessato dal servizio con decorrenza 1° settembre 2019 viene accentrata presso la Direzione provinciale di Viterbo, che provvederà alla liquidazione e al pagamento della prestazione di fine servizio, sia in unica soluzione che ratealmente.
La definizione delle richieste di quantificazione TFS ai fini della cessione della prestazione del personale cessato dal servizio con decorrenza 1° settembre 2019 è, parimenti, accentrata presso la suddetta Direzione provinciale.
Resta confermato l’attuale criterio di competenza, sulla base della provincia di residenza del pensionato, per le riliquidazioni di tali pratiche.

Competenze della Filiale metropolitana di Roma Tuscolano
Si precisa che resta in carico alla Filiale metropolitana di Roma Tuscolano la definizione dei trattamenti di fine servizio (prime liquidazioni e riliquidazioni), nonché la gestione delle richieste di quantificazione ai fini TFS, per cessazioni intervenute prima della data di subentro del Polo.

Gestione richieste LineaINPS e attività di consulenza
Per quanto riguarda le modalità di gestione delle richieste LineaINPS e dell’attività di consulenza (procedura Agenda appuntamenti), l’Inps si riserva di fornire istruzioni in merito con successivo messaggio.

Ricorsi amministrativi

I ricorsi in materia di posizione assicurativa, trattamenti pensionistici e trattamenti di fine servizio sui provvedimenti emanati a partire dal 1° settembre 2019 dal Polo
nazionale Guardia di Finanza della Direzione provinciale di Viterbo – pervenuti alle Strutture territoriali competenti in base alla residenza del ricorrente – dovranno essere trasferiti al Polo di Viterbo.
Invece, i ricorsi amministrativi su provvedimenti emanati prima del 1°
settembre 2019 resteranno a carico delle Strutture territoriali.

 

 

Camillo Linguella

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Da settembre le pensioni della Guardia di Finanza si fanno a Viterbo, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Ftse Mib: altra giornata in profondo rosso per Piazza Affari che ormai ha messo nel mirino i 16.000
Un nuovo caso Madoff alle porte? La questione è molto più complessa di quanto possiamo immaginar
Aperture del mattino in profondo rosso. Andiamo a vedere le movimentazioni di portafoglio degli oper
Mentre alcuni analisti ed economisti, case di investimento, in preda al panico continuano a sugg
In questi giorni di grande tensione, inizio a sentire il peso di tutto quanto sto vivendo. Sia a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Consumatore USA: in questo contesto occorre focalizzarsi con attenzione sul suo ruolo e sulle aspe
Ftse Mib: oggi il Ftse Mib ci riprova a rimbalzare dopo il tentativo fallito della seduta di ieri c
Con la collaborazione dell’amico John, che ha contribuito attivamente con un post di altissimo
La crisi che stiamo vivendo, condita da un copioso Fly to quality dovuto ad un Risk Off generali