L’INPS spiega il Reddito di cittadinanza alla Commissione Europea

Scritto il alle 09:54 da [email protected]

Delegazione Ce

In diversi paesi europei esistono già da anni forme di reddito di base che si accompagnano ad altri interventi di sostegno al reddito. Bastano alcuni esempi.
In Belgio viene elargito il Minimax, una rendita mensile di 650€, rilasciata a titolo individuale, a cui può avere accesso chiunque;
– In Lussemburgo c’è il Revenu Minimum Guaranti, un reddito individuale che si aggira intorno ai 1100€ e che si ottiene fino al raggiungimento di una migliore condizione economica (in altre parole, finchè non si trova un impiego stabile);
– in Olanda esiste il Beinstand, rilasciato a titolo individuale, che si accopagna a tutta una serie di sostegni per affitti, trasporti e accesso alla cultura. Esiste inoltre un’altra forma di reddito minimo di 500€, il Wik, garantito agli artisti per poter permettere loro di creare in libertà senza troppi oneri economici!
In Austria c’è il Sozialhilfe (letteralmente “aiuto sociale”) affiancato a diverse coperture delle utenze quali elettricità, gas e affitto ed altri aiuti economici per il cibo.
In Norvegia viene chiamato “reddito di esistenza” (che già nel nome si presenta significativo): si tratta di un versamento mensile di 500€, elargito individualmente, che si integra a coperture dell’affitto e dell’elettricità. Altre forme esistono in Germania, Francia e Regno Unito.
In Italia il reddito di cittadinanza arriva ex abrupto solo nel 2019 ed ha già bisogno di notevoli aggiustamenti. Antesignana in Italia è stata l’iniziativa della Regione Lazio che ha previsto un sussidio di circa 600€ mensili per chi, tra i 30 e i 44 anni, ha un reddito annuo inferiore agli 8000€ ( fonte: matteo.gracis.it). Comunque a prescindere, a buon bisogno l’Italia si inserisce nel quadro euporeo per le politiche sociali.
Lo scorso 6 novembre l’INPS ha ospitato una rappresentanza della Commissione

Delegazione Inps

Europea. Nella sala Trizzino della Direzione generale dell’INPS in via Ciro il Grande si è svolto un vertice tra delegati della Commissione Europea e una rappresentanza dell’Istituto.
L’incontro è stato parte di una più ampia visita in Italia dei rappresentati della Commissione Europea e della Banca Centrale Europea, iniziata il 4 novembre, con lo scopo di valutare l’attuazione delle riforme richieste all’Italia nell’ambito della Procedura per Squilibri Macroeconomici (MIP).
Per la Commissione Europea erano presenti Alienor Margerit, capo della missione in Italia, Michael Sket, Marco Cantalupi e Marcello Ranucci, mentre a rappresentare l’INPS c’erano il Presidente Pasquale Tridico e dirigenti, funzionari e professionisti delle Direzioni centrali Ammortizzatori sociali, Entrate e recupero crediti, Pensioni, Studi e ricerche e del Coordinamento generale statistico attuariale.
Nel corso dell’incontro si è discusso dell’implementazione del Reddito e della Pensione di Cittadinanza e della riforma delle pensioni “Quota 100”, degli effetti del “Decreto Dignità”, del contrasto al lavoro nero e grigio, della rappresentatività sindacale e della proposta di introdurre il salario minimo. Rilevazioni e dati statistici relativi agli argomenti di discussione sono stati condivisi dai partecipanti al tavolo delle discussioni.
Il Presidente Tridico, in particolare, ha sottolineato che RdC e PdC hanno raggiunto oltre l’80% dei possibili destinatari previsti, spostando, attraverso la fiscalità generale, circa 7 miliardi di euro verso persone con redditi nulli o bassi, caratterizzati quindi da un’alta propensione marginale al consumo, cosa che avrà un forte impatto nell’aumentare i consumi e il PIL nella nostra economia.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
L’INPS spiega il Reddito di cittadinanza alla Commissione Europea, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Alle piazze in fibrillazione in tutto il mondo, si unisce anche quella di Parigi che  protesta cont
Guest post: Trading Room #344. Parte la correzione ma in chiusura di settimana il mercato recupera
Oggi partiamo da qui tanto per cambiare, ormai non c'è più nulla che corrisponde alla realtà
Analisi Tecnica La violazione del supporto ha fatto si du chiudere il gap e a testare l'area di sup
Stoxx Giornaliero Buona domenica a tutti, Stoxx che decide di violare l’estremità inferior
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m
Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti] Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti](P
Il momento di debolezza dura poco e la borsa riprende a salire, complice qualche dato macro positi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u